L'Italia non è un bordello. Decolla la protesta a suon di pentole

image_pdfimage_print

Riceviamo e pubblichiamo

Sabato 22 Gennaio eravamo 40. Sabato 29 eravamo 400, abbiamo fatto un gran baccano e ci ha visto tutta Italia. SABATO 5 FEBBRAIO VOGLIAMO ESSERE 4000!
Vanno avanti loro? Andiamo avanti anche noi. Il Cacerolazo funziona, richiama attenzione ed è liberatorio. Niente slogan truci e cartelli offensivi, il rumore delle pentole dice tutto da solo: della fine della sopportazione e dell’inerzia, della voglia di cambiare, del bisogno di rappresentare un’Italia dignitosa. Anche oltre i confini del nostro Paese.
Sabato 5, con pentole, padelle e mestoli chiediamo le dimissioni di Berlusconi. Chiediamo ai partiti d’opposizione, nessuno escluso, di riconoscere ed appoggiare la nostra protesta. Rispettandola, aiutandola a crescere. E di lavorare seriamente nel ruolo che gli compete: dare al Paese un nuovo governo, competente, efficiente e, soprattutto, lungimirante.
SABATO, CON PENTOLE E MESTOLI, LA CITTA’ IN PIAZZA!

www.litalianoneunbordello.it

SABATO 5 FEBBRAIO ORE 11.00
da piazza S. Ambrogio a piazza S. Croce
CORTEO CON CACEROLAZO: L’ITALIA NON E’ UN BORDELLO!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *