L'inceneritore produce troppa diossina, ennesima chiusura in Toscana

image_pdfimage_print

Livelli di diossine superiori alla norma hanno imposto la chiusura di una delle due linee dell’inceneritore di Pisa. Le analisi hanno indicato valori di diossine fra 0, 1 e 0, 2 ng/m3 Teq dove il limite è 0, 1. I risultati delle analisi sono stati comunicati ad Arpat e provincia di Pisa che hanno imposto lo spegnimento della linea.

Dopo le analisi fatte dalla Geofor, società che gestisce l’impianto, sono state ripetute anche da Arpat le operazioni di campionamento dei fumi nell’intervallo di tempo, tra le 9 e le 17, in cui la linea è stata spenta in sicurezza. I risultati delle analisi saranno disponibili nei prossimi giorni.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *