17 dicembre 2018

L'esperimento di Guantanamo

image_pdfimage_print

decidendo che tutti i prigionieri di Guantanamo erano “combattenti fuorilegge”: non soldati regolari, ma spie, terroristi e assassini. Questo processo kafkiano ha messo in luce (prima del clamore delle torture in Iraq) i trattamenti da animali in gabbia inflitti ai prigionieri: esposizione a morsi di scorpioni e ragni, punizioni in celle frigorifere, agghiaccianti e disumane mortificazioni fisiche e psicologiche.
Guantanamo sembra nascere come simbolo di un esperimento dell’amministrazione statunitense per saggiare quanto l’opinione pubblica mondiale possa sopportare senza reagire.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *