Le attrazioni del circondario

image_pdfimage_print

Sono passati i tempi in cui chi viveva in provincia doveva venire in città per assistere agli eventi o ai concerti più interessanti. Sesto Fiorentino, Poggio a Caiano, Scandicci e Prato si stanno dando molto da fare e negli ultimi anni sono riusciti ad organizzare festival che stanno acquisendo sempre maggior importanza, e non solo a livello locale.
Come non ricordare che all’interno del parco della splendida Villa Solaria a Sesto Fiorentino negli anni scorsi si sono esibiti artisti di statura internazionale come Pat Metheny, St. Germain, Blonde Redhead, Gilberto Gil? Bè, quest’anno si ripete, visto il successo delle edizioni precedenti, e, anche se i concerti e le date sono in via di definizione, sono già certe le presenze di quattro importantissimi nomi: Elvis Costello il 15 giugno, Francesco De Gregori il 30 giugno, Tori Amos il 6 luglio e i Jethro Tull il 12 luglio.
Un altro appuntamento importante organizzato a Sesto Fiorentino per tutto il mese di maggio è Incanto 2005 rassegna di canto di tradizione orale e delle nuove espressività alla Villa San Lorenzo. Il programma prevede per domenica 1 maggio l’inaugurazione con un ospite veramente d’onore: il Circolo Gianni Bosio di Roma, con i suoi materiali documentali e con i musicisti della Sbanda del Bosio. Ricordiamo tra gli altri concerti sabato 21 maggio “Un villaggio nella memoria”, omaggio a Ernesto de Martino, con l’Ensemble Moderno Meridionale, e in conclusione sabato 28 maggio, “Resistenza e amore”, un concerto di Alessio Lega, vincitore con il cd omonimo del Premio Tenco 2004 per l’opera prima.
Uno dei festival estivi più importanti sarà come sempre il Festival delle Colline, che nei suoi vent’anni di storia ha ospitato personaggi del calibro di John Cale, Caetano Veloso, Franco Battiato, Diamanda Galas, Sonic Youth, Luciano Berio, per citarne solo alcuni. Anche quest’anno il Festival dedica alcuni degli appuntamenti più importanti ad artisti che fanno riferimento a materiali popolari, rielaborandoli non più esclusivamente in senso etnico. Da ricordare che gli spettacoli si svolgono in alcuni dei luoghi più significativi della provincia di Prato: dal moderno Anfiteatro del Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci allo splendido parco della Villa Medicea di Poggio a Caiano.
Ecco alcune anticipazioni dei concerti in programma quest’estate: il 24 giugno alla Villa Medicea ci sarà il progetto “Stazioni Lunari” di Francesco Magnelli con Piero Pelù, Beppe Servillo e Max Gazzè; il 30 giugno all’Anfiteatro Pecci Gene Gnocchi e la sua garage band in concerto e il 4 luglio sempre alla Villa Medicea i Madredeus. E ancora teatro e poesia con Carlo Monni e Altamante Logli, omaggio a Quinto Martini nel parco a lui dedicato… e c’è da scommettere che molte altre saranno le sorprese per questo appuntamento.
Da segnalare sempre a Prato la quarta edizione di “Contemporanea Festival 2005” dal 30 maggio al 7 giugno. Zona franca dove l’attenzione è tutta rivolta all’artista e al suo processo creativo, all’opera in divenire concepita come un ‘unicum’ in bilico tra il concettuale e il pragmatico, “Contemporanea Festival” ospiterà come protagonisti i nuovi talenti provenienti da tutto il mondo e svilupperà in particolare l’approfondimento dei momenti di interazione espressiva delle “arti della scena”, compresa l’applicazione delle nuove tecnologie e di tutti quegli elementi quotidiani che fanno parte della rappresentazione artistica.
Insomma sembra ci sia carne al fuoco per chi vuole uscirsene dalla città, e meno male!
Per tutti i programmi aggiornati, vedere alle pagine:
www.sestoestate.com
www.iedm.it
www.comune.sesto-fiorentino.fi.it
www.scandiccicultura.org
www.pratoestate.it
www.centroartepecci.prato.it
www.contemporaneafestival.it

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *