14 novembre 2018

La terra ai contadini

image_pdfimage_print

Il movimento del Chiapas si ispira a Emiliano Zapata, il leader rivoluzionario d’inizio secolo: l’EZLN, Esercito Zapatista di Liberazione Nazionale, rivendica le grandi conquiste della rivoluzione messicana (terra per tutti i contadini, autonomia per gli indios, democratizzazione dello stato) di cui le classi popolari beneficiarono solo per un breve periodo all’inizio del Novecento. All’epoca della rivolta contro la dittatura porfirista (1910) gli indigeni parteciparono attivamente alla lotta appoggiando i programmi dei gruppi rivoluzionari guidati da Villa e Zapata, che prevedevano la restituzione della terra ai legittimi proprietari e la creazione di meccanismi di esercizio locale del potere. Queste aspettative vennero presto tradite perché, nonostante la Costituzione della Repubblica del 1917 prevedesse il diritto alla terra anche per gli Indios (con l’introduzione delle comunità agrarie o ejidos), di fatto continuò a non includere un riconoscimento giuridico specifico del diritto all’autodeterminazione delle popolazioni indigene.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *