La stampa parte civile al processo per la Diaz

image_pdfimage_print

La Federazione Nazionale della Stampa Italiana (Fnsi) è stata ammessa come parte civile, insieme al Genoa Social Forum, nel processo in corso a Genova ai 28 poliziotti imputati per la sanguinosa irruzione nella scuola Diaz-Pascoli, avvenuta il 21 luglio 2001 durante il G8.
I giornalisti hanno denunciato danni morali e materiali subiti da alcuni esponenti dei media italiani e stranieri prima e durante l’irruzione avvenuta quella notte non solo alla Diaz ma anche alla scuola Pascoli dove si trovava il centro stampa del Genoa Social Forum.
Accogliendo la richiesta i giudici hanno ammesso che il violento blitz della polizia ha costituito di fatto una lesione della libertà di stampa e del diritto di cronaca tutelati dalla Costituzione. Nel processo si sono già costituite 97 parti offese, cioè i manifestanti picchiati dalla polizia: 93 furono arrestati e poi prosciolti dai giudici. Tra questi anche due giornalisti, Lorenzo Guadagnucci e l’inglese Mark Covell.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *