La pace parla più lingue

image_pdfimage_print

Se abbiamo potuto leggere anche in italiano le lettere dalla povera Rachel scritte alla famiglia prima di essere assassinata lo scorso 16 marzo dalle ruspe israeliane a soli 23 anni, di certo non è grazie ai tradizionali mass media, ma ad Internet, che è divenuto il maggior fornitore di documenti anche sul tema della pace. In particolare esiste un sito, quello dei traduttori della pace, dove, persone di tutto il mondo che fanno di mestiere i traduttori dedicano una parte del loro tempo a tradurre in tutte le lingue documenti, discorsi, lettere e quanto altro abbia a che fare con il tema pace. Non lo fanno per denaro né per prestigio, ma semplicemente perché ritengono urgente rendere comuni testimonianze e fonti che altrimenti potrebbero rimanere inaccessibili ai più. Perché la pace è un tema che riguarda tutti! (s.g.)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *