La pedana scomparsa, o del rispetto di Ataf per i disabili

image_pdfimage_print

Riceviamo e pubblichiamo

Gentile Cronaca, ancora una volta dobbiamo denunciare la poca attenzione dell’ATAF nei confronti dei disabili motori in autonomia.

Il Sig. Marco Becattini, Presidente dell’Associazione Gruppo Pentagramma, aderente a questa Consulta, ha avuto un’esperienza che rasenta il ridicolo. Oggi alle ore 9 circa, come tutte le mattine, era in attesa alla fermata dell’Ataf con la propria carrozzina elettrica per recarsi al lavoro.

All’arrivo della vettura n. 3739 del 14A , linea Girone Careggi, l’autista si è fermato e si è adoperato per far salire sull’autobus (dotato di due posti per le carrozzine) il sig. Becattini. Nonostante fossero stati attivati i comandi elettronici, la pedana non veniva fuori. Dopo tanti tentativi si è  scoperto con stupore e meraviglia, anche dell’autista, che la vettura era priva della pedana.

Un esempio emblematico di come vengono tenuti in considerazione i cittadini disabili nella nostra città.

Più volte abbiamo denunciato al Presidente Filippo Bonaccorsi i disservizi che l’Ataf crea ai disabili, costretti ad aspettare ore prima di poter salire sull’autobus, in quanto le pedane spesso non funzionano. Tante assicurazioni, tante belle frasi di rispetto per i cittadini disabili che si muovono in carrozzina.

L’episodio di oggi è la risposta alle nostre lamentele: si fanno sparire le pedane!

Il Presidente
CONSULTA COMUNALE DEGLI INVALIDI ED HANDICAPPATI
Dr. Michele Cirrincione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *