La Corte dei Conti a Renzi: 2 milioni di euro per assunzioni irregolari

image_pdfimage_print

Una ventina di assunzioni irregolari di ‘esterni’ con un danno erariale di 2 milioni e 155 mila euro. E’ quanto contesta la procura della Corte dei Conti della Toscana alla ex giunta provinciale di Firenze, che era guidata dall’attuale sindaco di Firenze Matteo Renzi.

Gli assunti entrarono negli staff di Renzi e dei suoi assessori, fra cui l’attuale presidente della Provincia Andrea Barducci. Stamani si e’ svolta l’udienza. Secondo la procura, alcune delle persone assunte non erano in possesso dei requisiti richiesti, come la laurea, oppure erano ‘doppioni’ rispetto a figure professionali gia’ presenti in Provincia. Trenta le persone ritenute responsabili: oltre alla giunta, anche una serie di dirigenti provinciali. Le persone assunte – tutte a tempo determinato – vennero impiegate per lo piu’ negli uffici di gabinetto e nelle segreterie dei componenti della giunta.

Le difese stamani hanno spiegato come fra gli assunti non ci fossero parenti o amici, ma persone scelte seguendo le norme e in base ai loro status professionali e curriculum. Il difensore di Renzi, l’avvocato Alberto Bianchi, ha spiegato che la legge consente ”assunzioni degli uffici a supporto dell’azione politica del presidente e degli assessori” e che ”il regolamento stabilisce modalita’ e compensi”. ”Ecco – ha aggiunto Bianchi – il regolamento e’ stato applicato, in modo conforme a una prassi che esisteva prima dell’arrivo della giunta Renzi”.

Fonte Ansa

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *