Iraq : per la prima volta dal 1991 atterra a Baghdad aereo italiano

image_pdfimage_print

Per la prima volta dalla guerra del Golfo del 1991 un volo Alitalia atterrerà oggi, 17 dicembre, a Baghdad.

A bordo il premio Nobel per la pace Betty Williams, Fabio Alberti, presidente di Un Ponte per Baghdad, Pino Papaluca, maratoneta, Livia Malcangio e alcuni giornalisti italiani.

L’aereo atterrerà a Baghdad alle 7,30 del mattino, ora italiana, per consegnare alla Mezza Luna Rossa e al Centro Pediatrico di Baghdad cinque tonnellate di medicinali e cinque tonnellate di coperte e vestiti donati da ‘Un ponte per Baghdad’, ‘No Local’, ‘Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai’ e ‘Sempre Insieme per la Pace’.

Inoltre, sono stivate sull’aereo undici casse di volumi d’arte, donati dall’editore italiano Charta, destinati all’Associazione Fotografi Iracheni nell’ambito del progetto di istituzione di una biblioteca di fotografia promossa da Un Ponte per Baghdad.

Il volo umanitario era stato in un primo momento bloccato dal Governo italiano e il veto posto è stato revocato solo grazie all’iniziativa della delegazione di pace italiana, di parlamentari e associazioni, che si è recata in Iraq agli inizi del mese. Fabio Alberti con Vittorio Agnoletto, don Albino Bizzotto e i parlamentari Paolo Cento e Titti De Simone avevano occupato la rappresentanza diplomatica italiana a Baghdad chiedendo la revoca del veto posto dal Governo al volo umanitario.

Fabio Alberti era anche a bordo del primo aereo che in assoluto è atterrato a Baghdad dopo il 1991: Un ponte per Baghdad con l’Istituto Peace 2000 di Reykiavjk promosse la partenza di un aereo, battente bandiera islandese, carico di aiuti umanitari che atterrò a Baghdad nel dicembre 1997.

La delegazione ripartirà oggi stesso per atterrare a Fiumicino alle ore 19,30.

Un ponte per..
Roma, 17 dicembre 2002

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *