Intercultura, si comincia

image_pdfimage_print

Molte richieste di adesione e grande entusiasmo ha già suscitato il progetto dell’associazione Il Muretto – realizzato con il contributo del Cesvot – Comunicare intercultura e fare rete (vedi www.altracitta.org), la prima condotta da due ricercatrici dell’Archivio dell’immigrazione di Roma sul rapporto tra media e immigrazione e la seconda curata dall’antropologa Silvia Lelli su comunicazione e linguaggi in contesto interculturale. Proseguirà poi con una decina di lezioni accompagnate da esercitazioni ed attività di laboratorio sugli strumenti e sulle tecniche della comunicazione sociale e del giornalismo di base. Tra i docenti interverranno Davide Musso di Altreconomia, Giuseppe Faso di Africa Insieme, Susanna Cressati, giornalista, Cristiano Lucchi, direttore de L’Altracittà, Silvina Perez, giornalista argentina, Chiara Baldassarri, videogiornalista di Report (RAI), Enrico Bianda, radiogiornalista di Controradio, Leonardo Landi, conduttore del programma Mama Africa su Novaradio, Jason Nardi, direttore di Unimondo, Elena Bossio, redattrice di Agenzia di Base e Daniele Barbieri, giornalista di Carta e membro della neonata Agenzia MIGRA. Si spazierà quindi dalla carta stampata al web, dalla radio alla TV. Le lezioni saranno intervallate da una serie di incontri per conoscere le esperienze presenti sul territorio nazionale: saranno ospiti Jean Leonard Touadi di Nigrizia, Federico De Nardo di Anelli mancanti TV, Gianni Toma di Parlamondo e Sall Abdou Lettif di Macchie di Leopardo. Le ultime lezioni, che si svolgeranno a settembre, saranno invece dedicate all’acquisizione di tecniche per l’attivazione e la gestione di un osservatorio sociale sulle azioni e i progetti rivolti agli immigrati. Tra gli esperti che illustreranno metodi ed esperienze già avviate saranno presenti Michele Beudò, ricercatore, Selma Cangi della Fondazione Michelucci, Andrea Valzania, IRES Toscana, Camilla Bencini del Cospe e Moreno Biagioni di Aut-Aut. Verrà inoltre presentata da Antonella Ruggieri un’importante esperienza, ancora in corso alle Piagge, il progetto “Diritte e diverse”, per verificare sul campo le ricadute che hanno sulle migranti i progetti a loro rivolti.
Consistente e fondamentale sarà il sostegno della redazione de L’Altracittà: una quindicina di redattori e giornalisti supporteranno i corsisti, animando esercitazioni e facilitando le attività.
Fondamentali saranno i mesi di ottobre, novembre e dicembre in cui si passerà dal corso al progetto, dalla formazione all’azione: Cristiano Lucchi e Leonardo Landi condurranno cinquanta ore di laboratorio per l’attivazione del laboratorio di comunicazione sociale e dell’osservatorio di base, attraverso gli strumenti della comunicazione giornalistica e radiofonica. è prevista la realizzazione di un foglio giornalistico sulle attività dei migranti e la costituzione di una redazione web sui temi dell’immigrazione.
Lieto fine a dicembre con una bella festa-cena a base di manicaretti africani presso il Centro sociale Il Pozzo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *