Inferno familiare

image_pdfimage_print

Negli ultimi anni è aumentata la violenza contro le donne, il dato più preoccupante è che la maggior parte degli abusi avvengono tra le mura domestiche ad opera dei partner o ex partner.
Da un’indagine pubblicata nel 2007 dall’Istat (compiuta su donne di età compresa tra i 16 e i 70 anni) e dedicata interamente al tema della violenza, emergono dati sconcertanti. Il 69,7% delle violenze sessuali subite da queste donne è opera del partner, di sconosciuti solo nel 6,2% dei casi. Inoltre il 43,2% ha subito da parte del compagno violenza psicologica, ovvero controlli di vario tipo (che vanno dalle compagnie e amicizie frequentate ai soldi spesi), tentativi di impedire di studiare o di lavorare, umiliazioni e denigrazioni subite in pubblico e in privato. Infine il 67,1% è stata vittima di violenze fisiche da parte del partner (percosse, schiaffi, spintoni, etc.). Le statistiche rivelano anche che le più colpite sono le donne lavoratrici e con titoli di studio alti (in altre parole, quelle che pretendono più autonomia) mentre molto meno lo sono le casalinghe e le donne con il diploma di scuola elementare o media inferiore. Dall’indagine risulta inoltre che questo inferno resta perlopiù nascosto: solo il 4% delle donne denuncia le violenze del partner. Sono dati che fanno riflettere, soprattutto se si pensa alle ultime dichiarazioni del Papa: “Chi mina la famiglia mette in crisi la pace nel mondo”. Ma di quale famiglia parla? Perché quella che emerge dalle statistiche è una famiglia di violenze e abusi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *