Inceneritori, o di qua o di là

image_pdfimage_print

All’inaugurazione del nuovo inceneritore di Fosci (Siena) l’assessore
regionale all’ambiente Anna Rita Bramerini ha cantato le lodi dello
strumento più anacronistico e pericoloso nella gestione dei rifiuti.
Le nanoparticelle pericolose per la salute non sono state ricordate,
mentre delle diossine ci è stato detto che verranno campionate
quotidianamente: almeno chi si ammalerà di cancro saprà esattamente
l’origine del suo male. Bramerini ha però lodato anche la raccolta
differenziata. Ma l’inceneritore ha bisogno di bruciare il più possibile
per essere sostenibile economicamente; mentre riciclare toglie la
materia prima per il fuoco. Assessora, che confusione: o si sta dalla
parte del business o da quella della salute delle persone.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *