In piazza per la laicità

image_pdfimage_print
contro le ingerenze vaticane e la sudditanza della politica ai dettami della Chiesa, quest’anno raddoppia: oltre al corteo per le strade di Roma, che vedrà sfilare femministe, lesbiche, gay, ma anche centri sociali, realtà di movimento e molti altri, anche a Londra si marcerà dall’Istituto di Cultura Italiana fino all’Ambasciata. La manifestazione, giunta alla terza edizione, cade in prossimità dell’anniversario della firma dei Patti Lateranensi (11 febbraio 1929) base della garanzia della posizione di privilegio della Chiesa cattolica nel rapporto con lo Stato italiano. No Vat chiede la fine di ogni integralismo e fondamentalismo, l’autodeterminazione delle donne, la piena cittadinanza di lesbiche, trans e gay, l’abolizione della legge 40, l’abolizione del Concordato e dei privilegi derivati (esenzione ICI, otto per mille). NO VAT, sabato 9 febbraio: ritrovo alle ore 14.00 a Porta San Paolo (piazzale Ostiense) e corteo fino a Campo de’ Fiori, dove avranno luogo gli interventi conclusivi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *