Il romanzo di un esule

image_pdfimage_print

La storia dell’Iran raccontata attraverso un romanzo: dal regime dello Scià fino alla rivoluzione islamica dell’ayatollah Khomeini. Scritto in modo semplice ma avvincente, il libro racconta la storia di Ismail, esule politico iraniano rifugiato in Olanda, che un giorno riceve un pacco con dentro un quaderno scritto in caratteri incomprensibili. È la scrittura cuneiforme, l’unica forma di comunicazione nota a suo padre, riparatore di tappeti sordomuto e analfabeta, che con essa poteva esprimersi verso il mondo esterno. Ismail decide di tradurlo per riconciliarsi con il suo passato e la patria abbandonata.
La storia ha un’ispirazione autobiografica, infatti l’autore Kader Abdollah ha subito le persecuzioni dei regimi che si sono succeduti in Iran e ha trovato rifugio in Olanda. Con grande maestria Abdollah riesce a evocare la bellezza della sua terra e la nostalgia che accompagna la vita dell’esule.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *