Il quartiere secondo i ragazzi

image_pdfimage_print

inserito all’interno del progetto di riqualificazione delle Piagge; i lavori fatti dai ragazzi verranno poi mostrati e discussi nella sede del quartiere 5 e successivamente inseriti sul sito del quartiere.
Il Progetto ha lo scopo di avvicinare i giovani al loro quartiere, renderli realmente attivi nella vita del posto in cui vivono, rinforzare il sentimento di appartenenza e far dire a loro ciò che manca per poterci vivere meglio; Niccolò e Marilena hanno lavorato per più di due mesi a stretto contatto con i ragazzi della 2a B della Paolo Uccello, “In questi mesi abbiamo frequentato i ragazzi sia in aula che fuori – racconta Niccolò – molti di loro non conoscono le Piagge, spesso non hanno mai attraversato via Pistoiese… i luoghi più conosciuti, quelli in cui si ritrovano, sono il centro commerciale, il campo da calcio, non ci sono molti altri posti che riconoscono come punti di aggregazione”.
I laboratori sono un’ottima risorsa per le scuole ma, come racconta Marilena, “sono percepiti spesso dai ragazzi come una sorta di momento di ricreazione, c’è molto da lavorare per renderli invece momenti di crescita, c’è bisogno anche di formare gli insegnanti in questo”.
“Il livello di questo laboratorio – spiega Niccolò – tutto sommato è stato buono, c’è stato interesse da parte di molti ragazzi, anche se non è stato facile coinvolgerli, soprattutto nei momenti in cui abbiamo girato per le Piagge, facendo foto alla zona e interviste a chi ci lavora. Per molti di loro è stato importante farci vedere il loro mondo, dove si incontrano, giocano e vivono, farci conoscere le loro esigenze”.
Quello che è emerso da questo Laboratorio è soprattutto il bisogno dei ragazzi di avere luoghi per incontrarsi e per stare insieme, al di là del bar e del centro commerciale. Inoltre viene fuori un giudizio negativo impietoso nei confronti della loro scuola.
Nell’insieme emerge l’immagine di un quartiere alla fine piacevole, con tanti giovani, in cui ci si diverte, ma che resta un po’ estraneo, a causa della totale assenza di luoghi in cui i giovani si possano identificare.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *