IL LIBRO – Insolito Levi

image_pdfimage_print

il titolo né l’autore fanno pensare alla fantascienza, eppure di questo, soprattutto, si tratta.
I titoli in realtà sono tre: “Storie naturali”, “Vizio di forma” e “Lilit”, che stanno per tre raccolte di racconti pubblicati in anni diversi, disponibili in un unico volume per Einaudi. L’autore è un insospettabile Primo Levi, perfettamente a suo agio tra macchine che imparano a scrivere poesie, ragazze ibernate che tornano in vita solo per pochi minuti ogni anno, reti telefoniche dotate di libero arbitrio, esseri umani clonati gelosi dei propri originali e via dicendo.
Per non parlare della realtà virtuale, descritta con dovizia di particolari in un racconto che sembra uscito dall’immaginario degli ultimi anni, mentre è stato pubblicato la prima volta nel 1966. Come, più o meno, tutti gli altri di questa piacevole e sorprendente raccolta. (a.v.)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *