14 novembre 2018

Il "sicario dell'economia" si confessa: "Ecco il legame tra debito e privatizzazioni"

image_pdfimage_print

L’ultima puntata di finanziaria e della democrazia. In particolare vi segnaliamo l’estratto del passaggio in cui John Perkins, economista dell’Agenzia della Sicurezza Nazionale statunitense, si definisce “sicario dell’economia” e spiega come e perché gli Stati si indebitano grazie alle privatizzazioni. Una lezione niente male per chi oggi porta d’attualità le ricette economiche liberiste degli anni Ottanta alla base della crisi attuale. Ecco l’intervista di Michele Buono, il video lo trovate qui. (cl)

John Perkins

Che significa “sicario dell’economia”? É questo il suo mestiere?
Fui arruolato come economista dall’Agenzia della Sicurezza Nazionale. Il mio compito era quello di far indebitare i paesi che puntavamo- in Africa e in America Latina proponendo impianti industriali, o autostrade e poi, predisponendo una richiesta di prestito alla Banca Mondiale. Soldi che prendevano le nostre organizzazioni per iniziare i lavori. Ai paesi in questioni rimaneva solo un grande debito che non riuscivano a ripagare. A questo punto ritornavo in quei paesi e dicevo “ehi, non puoi riparare il tuo debito? Allora vendi alle nostre Corporations a poco prezzo, il tuo petrolio senza restrizioni sociali o ambientali o vota per noi nelle prossime elezioni alle nazioni unite”.

Come faceva a convincere i suoi interlocutori?
La prima mossa è sempre quella della persuasione dei leader. Dicevo “ehi Mr President … vedi … in questa tasca ho un paio di milioni di dollari per te e la tua famiglia, ma se scegli di non partecipare, in quest’ altra tasca ho una pistola e ti posso far fuori!”. I presidenti capivano molto bene.

E se non volevano capire?
Diversamente, entravano in azione gli agenti della CIA per rovesciare il governo o assassinare i loro leader. E se andava male anche questa, tipo Saddam Hussein in Iraq, entravano in azione i militari. Sono strategie legate più agli interessi delle Corporations che non della Nazione.

E allora quando muoiono i soldati per chi muoiono?
I nostri soldati in Afghanistan, in Iraq o in altri posti, non stanno combattendo o morendo per patriottismo; molti ci credono ma in realtà, servono gli interessi delle Corporations.

***

John Perkins è l’autore del libro edito da Minimun Fax “Confessioni di un sicario dell’economia

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *