15 dicembre 2018

Il "rifiuto" della modernità. Renzi mette Moretti a capo di Quadrifoglio

image_pdfimage_print

L’imprenditore Giorgio Moretti sostituisce Marco Maria Samoggia alla guida di Quadrifoglio, l’azienda partecipata per la gestione dei rifiuti fiorentini. Lo ha deciso Matteo Renzi con un blitz che ha fatto infuriare i sindaci dei Comuni limitrofi per non essere stati consultati.

Il nuovo sindaco continua così, tra luci ed ombre, con la sua opera di sostituzione degli amministratori afferenti al “vecchio regime” di Domenici.

I cassonetti di Quadrifoglio
I cassonetti di Quadrifoglio

Moretti, uomo di Confindustria, ha subito dichiarato che fino ad oggi non ha mai fatto la raccolta differenziata e che la sua priorità, concordata con Renzi, è la costruzione dell’inceneritore, che bontà sua, chiama “termovalorizzatore”. Ha anche detto che ha accettato la proposta per dare un futuro a sua figlia, che oggi ha 18 anni.

La consapevolezza che i rifiuti vanno ridotti e recuperati a nuova vita (e non bruciati), la conclamata verità che la diossina emessa dagli inceneritori uccide, la crescita della cultura a favore di stili di vita più sobri e sostenibili, restituiscono un’immagine di retroguardia alla scelta renziana di nominare Moretti deus ex machina di Quadrifoglio.

Una scelta contro il progresso, contro la salute dei cittadini, contro un’opinione pubblica che non accetta più di morire per le politiche anacronistiche di chi amministra la cosa pubblica. Una scelta – quella di Moretti – semplicemente contro la modernità.

0 Comments

  1. Cora

    non ha mai fatto la raccolta differenziata? MITICO! ha anche lasciato qualche lavatrice nel bosco? ottima scelta! scommetto che né lui né la figlia abiteranno mai nella Piana…

    Reply
  2. massimo

    la scelta di Renzi è azzeccata. Moretti è in grado di cogliere le opportunità per far bene, ha delle idee vincenti per mettere in moto il ciclo dei rifiuti secondo una mentalità moderna, coinvolgendo e sensibilizzando il cittadino a far meglio. Moretti ha sempre cercato di anticipare i tempi…dalle palestre KLAB al Gruppo Dedalus (informatica Clinca), al tentativo per l’acquisiszione della Elettrolux con un obiettivo ben più importante di quello perseguito dall’attuale proprietà, proponendosi di salvare l’azienda, i suoi dipendenti e far decollare la nuova elettrolux con il progetto delle vetture City Car ibride..

    Reply
  3. Marco Girola

    Al momento Moretti sembra avere un ufficio comunicazione ben organizzato, capace di capire quando si parla di lui on line e agire di conseguenza.
    Dico questo alla luce del commento qui sopra, veramente smaccato: opportunità, far bene, cogliere, azzeccata, proponen, salvare, obiettivo importante, mentalità moderna, nuova…
    La cosa incredibile riguarda però il desiderio di sensibilizzare il cittadino a far meglio: gli consiglierà di seguire il suo esempio e di non differenziare i rifiuti?

    Reply
  4. roberto

    Oggi al tg regionale è apparso il berluschino che presentando il nuovo dirigente dell’azienda quadrifoglio ha dichiarato: bisogna fare in modo che la città sia più bella e più pulita!
    Senza aver alcun elemento per poter sospettare della persona nominata e del nominante (anche se sul nominante qualche perplessità mi sorge, non fosse altro che per la mia antipatia per i termocombustori, che per costui sono la panacea che ci fa addirittura respirare meglio), mi viene un dubbio.
    Avrà voluto dire: pulita fuori e sporca dentro , sporca fuori e pulita dentro o pulita dentro e fuori?. C’è una quarta possibilità, che mi auguro vivamente, (anche se fra Luglio e Agosto sono tutti in vacanza e può succedere di tutto), non si presenterà davanti ai nostri occhi alla riapertura della stagione delle scelte importanti per la sopravvivenza della nostra Firenze.
    Ho ripreso questo che avevo scritto e spedito frettolosamente commentando un altro articolo e mi son accorto dopo che l’argomento rifiuti era già in onda con alcuni commenti sull’apparizione di Renzi e sulla nomina del nuovo dirigente.
    Mi faccio da solo i complimenti perchè pur essendo ignorante in materia di nomine solo a vedere quella intervista ho sentito puzzo di bruciato, e mi pare di aver annusato bene!
    Ma quanti moretti ci sono oltre al Nanni, che pure ci ha avvisato da tempo che con questa classe dirigente non si può andare da nessuna parte?!

    Reply
  5. Cora

    e quali sono queste idee vincenti? fare tutto un bel mucchio da bruciare? non mi pare tanto moderno e innovativo… cerchiamo di restare nel merito. il fatto che in altri campi abbia fatto bene non significa che sia competente in questo… e poi, accidenti, il trattamento dei rifiuti è una scelta politica, non solo economica! c’entra l’ambiente, la salute… e questo esce con una simile dichiarazione? ma ci faccia il piacere!

    Reply

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *