Il lavoro sociale non è carità. Al via un'indagine nazionale

image_pdfimage_print

di Maurizio Sarcoli

aumentandone i bisogni sociali, vecchi e nuovi.” Inizia così il comunicato di presentazione dell’inchiesta sul lavoro sociale promossa da un comitato di personaggi come Tonio Dall’Olio e Lucio Babolin. L’azione, avviata a marzo, si concluderà all’inizio di maggio e raccoglierà migliaia di questionari individuali nel mondo degli addetti ai servizi alla persona educativi e socio-assistenziali, del pubblico ma soprattutto del privato sociale. In Toscana sono previsti circa 1000 questionari raccolti. I risultati dell’indagine saranno resi pubblici in iniziative nazionali e locali per avviare una riflessione e una valorizzazione del lavoratore sociale per rilanciare “Il suo ruolo politico e sociale, quasi mai riconosciuto […] in nome del connubio inscindibile tra qualità del lavoro e qualità dei servizi.” . È un’iniziativa nuova e secondo noi degna di nota in questi tempi di tagli dei servizi sociali: l’indagine non ha il ‘cappello’ di nessun partito o sindacato e ha carattere nazionale, ma i dati emersi potranno essere analizzati a livello regionale e in modo traversale ai singoli quesiti, grazie al programma utilizzato per raccogliere i dati. Per ulteriori informazioni  http://www.inchiesta.lavorosociale.org

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *