I dieci peggiori

image_pdfimage_print

Aumento fino al 400% del prezzo dei medicinali per l’Aids, vendita di farmaci che incrementano il rischio d’infarto, tolleranza di violazioni dei diritti umani e pratiche antisindacali. Sono queste i peggiori comportamenti di cui si sono macchiate le 10 peggiori società del 2004, stabilite da una classifica elaborata da Multinational Monitor. La catena di negozi Wal-Mart, i laboratori farmaceutici Abbott, Glaxo e Merck, l’imbottigliatrice Coca Cola e le assicurazioni AIG spiccano nella speciale graduatoria, che ha come regola quella di non riportare le società apparse l’anno precedente. Solo per questo la lista del 2004 ha ignorato la Bayer, nonostante le sue pressioni per importare riso geneticamente modificato nell’Unione Europea, l’inquinamento da cromo esavalente provocato in un villaggio sudafricano e la scoperta che il suo analgesico Aleve aumenta il rischio di infarto. Esclusa anche la Boeing, nonostante lo scandalo per il progetto militare dell’aereo che costerà ai contribuenti degli Stati Uniti migliaia di dollari in più di quanto calcolato.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *