Guardati dagli "amici"… attenzione ai furbetti di Facebook

image_pdfimage_print

Svegliarsi una mattina e scoprire che uno dei tuoi amici ha cambiato faccia e opinione: non sarebbe sgradevole? è quello che è successo a noi, che siamo presenti su Facebook come Altracittà Le Piagge, e che un paio di giorni fa siamo stati rimbrottati da un lettore attento perché eravamo “amici” di “Sostieni Firenze Rizzati”.

Che roba è, dirà qualcuno? “Firenze rizzati” è un’associazione che fa capo al “G” – vedi polemiche dei mesi scorsi – e che si pone la missione di “Amare Firenze, salvaguardare il suo decoro, valorizzare il patrimonio storico, tradizionale, artistico e culturale della più bella città del mondo. Contro ogni degrado.” Obiettivo lodevole e condivisibile, se non fosse che nel “degrado” l’associazione in questione accomuna nello stesso calderone i cassonetti pieni e i “mendicanti deformi”, le buche per terra e le “zingare brutte e grasse”, le scritte sui muri e i senzatetto. Con toni e contenuti che è generoso definire superficiali e grossolani.

Ma quindi, come è potuto succedere che abbiamo accettato la loro richiesta di amicizia? Semplice: non si chiamavano così! Il profilo che ora ha nome “Sostieni Firenze Rizzati” era quello di Videofirenze, emittente locale a cui non avevamo motivo di negare l’amicizia.
Si legge ora sulla bacheca dei nostri ex amici – ovviamente, li abbiamo rimossi: “Ci è giunto all’orecchio che qualcuno non avrebbe gradito il nuovo nome di questo profilo. Ma dal momento che l’esperienza di VideoFirenze.tv è finita per lasciar spazio ad altre e più stimolanti avventure, ci è sembrato giusto utilizzare questo spazio per qualcosa di molto simile al suo carattere iniziale. Da VideoFirenze a FIRENZE RIZZATI!!!: un’evoluzione. Chi non è d’accordo può andarsene. C’è libertà.”

Complimenti per la correttezza, cari antidegrado! Prima vi presentate con una faccia, e con quella vi fate un sacco di amici, e poi la cambiate di brutto senza avvisare? Se non è degrado questo… ha tutta l’aria del classico “pacco”: vedi lo stereo e ti ritrovi i mattoni.
Certo, così facendo si possono vantare tutti d’un botto migliaia di amici… ma quanti di questi sanno di esserlo? A giudicare dai nomi in lista, in diversi avrebbero una sorpresa… Controllate, gente, controllate.

0 Comments

  1. iFilippo

    Io penso che questo sia uno degli articoli più tristi e vuoti di significato che mi sia mai capitato di leggere.

    Contenti voi

    Reply
  2. Carlo

    Grazie della segnalazione, come al solito siete preziosi nel tenere all’erta sui rischi della rete (della vita? 🙂
    Buon lavoro

    Reply
  3. Maurizio Sarcoli

    aldilà della priorità di dare questa o altre notizie mi sembra importante ciò che è sottinteso nell’articolo: muoversi all’interno dei sociali network è tanto facile e immediato quanto insidioso.
    la relazione virtuale rispetto a quella faccia a faccia, oltre a dare nuovo significato alla parola amicizia, rende pubblica una relazione privata (per relazione intendo un rapporto interpersonale).
    io non conosco bene i termini tecnici della questione perché ho scelto di non entrare nel mondo di feisbuk, ma di certo mi dà fastidio lanciare una ricerca con il mio nome su google e scoprire che esistono a disposizione di chiunque tante informazioni su di me soltanto perché ho navigato su internet e ho lasciato commenti su siti.
    La privacy mi sembra poco tutelata, ciao, Maurizio

    Reply
  4. Marvin

    E comunque fa molto ridere che adesso i sostenitori siano quasi cinquemila! Cinquemila sostenitori per iniziative fatte da 3-4 naccherini col cappello bianco! Io consiglierei di mantenere sempre il colore bianco, ma sostituire il cappello con un cappuccio!

    Reply
  5. Gianni Greco Il "G"

    In questo articolo c’è tanta malaFede che potreste rivenderla ad Emilio…
    Mi trovo costretto a intervenire di nuovo su queste pagine anche se so che non capirete (e se capiste fareste finta di non aver capito).
    Poverini, vi sentite turlupinati… Ma come mai eravate ‘amici’ di Videofirenze.tv se l’unico e solo conduttore di quella emittente ero io? E se nel mio programma molto spesso affrontavo i temi che a voi fanno cotanto ribrezzo? E lo sapevate bene, visto che dopo la polemica pretestuosa da voi innescata sui miei tag al sindaco avevo proprio QUI invitato a intervenire in trasmissione la Capolungo, che ‘coraggiosamente’ si è tirata indietro.
    FIRENZE RIZZATI !!! è una mia creatura, un’Associazione Culturale regolarmente registrata, ha un suo sito e molti ottimi aderenti. E siamo coerenti, contrariamente a voi: voi che non volete essere ‘amici’ di ‘Sostieni Firenze Rizzati’ ma che lo eravate di ‘Videofirenze.tv’, che praticamente era la stessa cosa. E la nostra coerenza sta proprio nel vostro articolo, dove sono riportate le parole con cui si avvertono tutti gli ‘amici’ del cambiamento, che non è stato fatto quindi all’insaputa di alcuno.
    E il cambiamento è stato coerente: su Videofirenze.tv (chiusa per aprirsi a nuove e migliori esperienze) tra i tanti argomenti trattati imperavano quelli cari a FIRENZE RIZZATI !!!
    Quindi non si è cambiata una mela con una banana, ma il cambio è avvenuto tra due tipi di mela (questa forse è troppo complicata… fatevela spiegare da un ortolano).
    L’insistere poi sulle accuse di presunto razzismo è penoso e quanto mai offensivo. Vi attaccate al video di un uomo deforme che FIRENZE RIZZATI !!! ha diffuso, dimenticando di citare le parole che lo accompagnano, di riprovazione nei confronti di chi sfrutta simili deformità mandando queste povere persone sulla strada. Leggete anche i testi, non guardate solo le figure: http://www.youtube.com/watch?v=PwEsMkaW9n0.
    Già, ma voi siete dalla parte di chi fa queste cose…
    C’è una differenza tra voi e noi: voi ci attaccate sempre, noi non vi consideriamo nemmeno. Tutt’al più rispondiamo civilmente come sto facendo ora io.
    Notti fa, durante una nostra pacifica passeggiata di sopralluogo qualcuno passando in bicicletta, incappucciato, ci ha lanciato delle uova. Ne ha parlato anche la stampa. Ecco, la differenza tra voi e noi è proprio questa: noi diamo noia a qualcuno, quindi esistiamo, voi lanciate uova e accuse alla cieca e ho qualche dubbio sulla vostra reale esistenza.
    Vi chiedo, a nome mio e dell’Associazione FIRENZE RIZZATI !!! di cui sono il Presidente, di lasciarci in pace come noi lasciamo in pace voi. Siamo impegnati su fronti diversi, evidentemente. Voi seguite il vostro impegno, noi seguiamo il nostro. C’è posto per tutti, anche se il vostro concetto di libertà appare parecchio sovietico.
    Ah, a proposito: chi sostiene che i quasi 5000 ‘amici’ di quel profilo siano stati da noi scippati guardi il loro numero dopo che abbiamo esortato pubblicamente ad andarsene chi non fosse stato d’accordo: è rimasto uguale, anzi si è incrementato. Siete fuggiti solo voi.
    Come al solito.

    Reply
    1. red

      Per avvisare gli “amici” del cambiamento, che continuiamo a ritenere tale, avreste dovuto mandare un messaggio, e non mettere un post in bacheca a cose fatte, dopo che qualcuno si era lamentato. In ogni caso sarebbe stato più corretto aprire un altro profilo. Comunque sia, il nostro articolo è solo un’informazione di servizio per altre persone che, come noi, si fossero trovate amiche vostre, o di altri, a loro insaputa. E certo non ci sogniamo di sprecare delle uova per disturbare le vostre valorose pattuglie!

      Reply
  6. franco

    utilissima informazione di”servizio”,come dite voi…se ne sentiva proprio la mancanza!Siete proprio dei fenomeni paranormali…andate ad abbracciare anche voi i vs”fratelli rom”…!

    Reply
  7. carlo

    ma credo sia una polemica sterile ,forse da noia il movimento,mentre a marvin che chiama ‘naccherini’e da consigli ,li dico che l’è un bischero anche senza cappellino

    Reply
  8. fabrizio

    Che squallore, ma cosa vi accanite col G ??
    Accenitevi con i VERI problemi e ce ne sono a Firenze, non con contro chi ama questa città e tenta di risolverli in modo pacifico.
    Ammiro il G che dopo aver letto queste nefandezze ha ancora il coraggio e la voglia di continuare.

    Cosa volete fare pubblicità con la polemica a questo giornaletto di periferia?

    Reply
  9. Cooper

    Cosa dire , i giornali e tutti i giornalisti andate sempre dietro al c… dei politici per sentirne il puzzo altrimenti non state bene .
    Il G è un povero ignorante che ha fatto il successo ( non credo che sia successo , quando lo vedi fuori sembra un barbone con i vestiti nuovi trovati nel cassonetto ) prendendo per il c… per anni vecchi con scherzi telefonici , facendo della satira da cassonetto dismesso .
    Gente come voi non ce ne facciamo niente ….

    Reply
    1. red

      questo commento di Cooper è un esempio perfetto del livello di cultura e educazione dei fans del G. E di sicuro ciascuno ha gli ammiratori che merita.

      Reply
  10. Gianni Greco Il "G"

    Dopo un po’ di tempo torno a sbirciare questa pagina e come al solito mi scappa da ridere. Trovo il commento penoso di un certo Cooper che mi descrive come una specie di barbone ignorante sia nella vita che nell’etere. Ma quello che mi ha fatto esplodere in una risata è stato il commento di Red (soprannome non casuale dietro al quale si nasconde una non troppo intraprendente giornalista), che definisce mio fan questo cialtrone. Va a finire che i miei fans sono quelli che parlano male di me. Allora in questo giornaletto siete tutti miei fans… Grazie per il momento d’ilarità. Oggi c’è bisogno di ridere.

    Reply
  11. SKYLINE

    Hi hi hi hi hi hi hi hi hi…

    Divertenti. Davvero molto divertenti 😀

    2 Tribù che si battono per obiettivi comuni ma che si fanno la “guerra” tra loro.
    Come faranno poi a migliorare i problemi della propria città…? Mistero. o_O

    Non avete e non capirete MAI che il Problema di Firenze e di tutt’Italia anzi di tutto il Mondo è uno ed uno soltanto.

    Ma tu, sì, proprio TU, saresti così gentile da spiegare il PERCHE’ della tua continua “Escalation Debacleiana”?

    (…)

    Reply
    1. red

      Caro Skyline, se vuoi polemizzare con il G, ti invitiamo a usare gli spazi del G. Altri commenti a lui rivolti saranno cestinati.
      Quanto a noi, forse non ci conosci bene, altrimenti sapresti che i nostri obiettivi non sono affatto gli stessi dei rizzatori di Firenze, e soprattutto sono diverse le premesse, i valori e i metodi.
      Hai scordato di illuminarci su quale sia il vero problema mondiale. Aspettiamo fiduciosi.

      Reply
  12. SKYLINE

    Poveretti.

    Potete aspettare fino alla morte poiché questo è il mio secondo ed ultimo commento dentro ‘sto posto poiché avete lo strumento più antidemocratico per eccellenza ovvero IL MODERATORE.

    Ci usa il Moderatore è un vero e proprio CONIGLIO poiché HA PAURA. E voi avete paura. Come la stramaggioranza degli italioti del resto.

    Bye bye…

    Hi hi hi hi hi hi hi hi hi…

    Reply

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *