Giornalisti e Giornalismi, al via la due giorni sul precariato nell'informazione

image_pdfimage_print

Carola Del Buono per l’Altracittà

Più di quaranta famiglie fiorentine hanno risposto all’appello “Adotta un giornalista precario”, offrendo un posto letto gratuito a quanti da domani 7 ottobre vorranno seguire l’evento “Giornalisti e Giornalismi”, organizzato dall’Ordine nazionale dei giornalisti e dall’Assostampa. Ma la vera sorpresa è l’adesione della Comunità Islamica di Firenze, che ha messo a disposizione il proprio centro di preghiera ai giornalisti precari, purché provvisti di sacco a pelo. “Si sono offerti senza che nessuno avesse chiesto nulla, non finiremo mai di ringraziarli…”. Così ha commentato la notizia Enzo Jacopino, presidente dell’ordine nazionale dei giornalisti, che ha tenuto oggi una conferenza stampa, aggiungendo che invece da parte delle parrocchie non c’è stata alcuna adesione.
«Tutti noi eravamo a conoscenza della brutta situazione che viveva il giornalismo italiano, ma in verità non credevamo fosse così brutta …» ha detto ancora Jacopino, parlando dell’esigenza morale di dare forza ai colleghi (caporedattori, direttori, caposervizio…) per opporsi agli editori che sfruttano i collaboratori. I collaboratori sfruttati rappresentano ormai il 60% delle redazioni.
«La presenza di soli giornalisti contrattualizzati all’interno delle redazioni – ha continuato – non deve essere vissuta come un fatto straordinario, ma come un diritto … Oggi c’è molta commozione per le operaie di Barletta, morte mentre lavoravano a 3,95 l’ora… è assurdo pensare che gli stessi italiani che gridano vergogna per questi fatti, ignorano completamente che i giornali che leggono sono scritti da persone che guadagnano due euro a pezzo».
È stata segnalata anche la tavola rotonda che ci sarà Sabato 8 Ottobre, con la presenza di Enzo Carra, relatore del disegno di legge sull’equo compenso, che dovrebbe togliere i contributi statali a quegli editori che non pagano i collaboratori.
Ricordando i 2010 utenti attivi su facebook e il grande riscontro ottenuto Fabrizio Morviducci, giornalista della Nazione e consigliere nazionale dell’Ordine, ha commenta dicendo che :
«Con tutto ciò possiamo dire che siamo andati oltre a una manifestazione di nicchia…».

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *