Gaza, per l'Onu Israele e Hamas hanno compiuto crimini di guerra

image_pdfimage_print

Ci sono prove che dimostrano come sia l’esercito israeliano che i militanti palestinesi abbiano commesso crimini di guerra, e forse crimini contro l’umanità, durante il recente conflitto nella Striscia di Gaza.

Lo hanno dichiarato oggi le Nazioni Unite.

“La missione ha concluso che la Forza per la Difesa di Israele ha commesso crimini di guerra e forse, in certi casi, crimini contro l’umanità”, ha detto ai giornalisti Richard Goldstone, investigatore delle Nazioni Unite.

Inoltre la sintesi del suo rapporto di quasi 600 pagine sulle conclusioni della missione d’inchiesta sottolinea che anche il lancio di razzi in Israele da parte dei militanti palestinesi in punti in cui non c’erano obiettivi militari potrebbero costituire crimini di guerra e forse crimini contro l’umanità.

Israele, la cui reazione non si è fatta attendere, ha dichiarato in una nota diffusa dalla sua missione diplomatica a Ginevra di non aver collaborato alle indagini di Goldstone.

“Il suo mandato era palesemente unilaterale e ha ignorato le migliaia di attacchi missilistici (dei militanti palestinesi) di Hamas contro i civili israeliani nella parte meridionale del Paese, che hanno resa necessaria l’offensiva su Gaza”, si legge nella nota.

Goldstone ha raccomandato al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite di chiedere ad Israele di avviare delle indagini sui possibili crimini commessi dai suoi militari che siano “indipendenti e conformi agli standard internazionali” e di stabilire un comitato di esperti in diritti umani per monitorare i procedimenti.

Se Israele non obbedirà, il Consiglio composto da 15 nazioni è tenuto a rivolgersi al Tribunale Penale Internazionale dell’Aia, e a fare rapporto sulla situazione a Gaza, riporta il documento.

Un gruppo di osservazione a Gaza ha dichiarato che oltre 900 dei 1.400 palestinesi rimasti uccisi nel conflitto erano civili.

Le vittime israeliane sono 13, di cui 10 soldati e tre civili.

Israele ha respinto le critiche internazionali per l’offensiva, sostenendo che sia stata resa necessaria dagli attacchi missilistici di Hamas a Gaza, anch’essi condannati come crimini di guerra dai gruppi per i diritti umani.

Israele ha dichiarato che sta indagando per verificare le accuse, ma che non ha ancora trovato dei motivi per perseguire nessuno dei suoi soldati.

[Fonte: Reuters]

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *