G20, la morte di Ian Tomlison: malore?

image_pdfimage_print

Iam Tomlison camminava con le mani in tasca. Se spinto alle spalle non poteva proteggersi con le mani nella caduta. Si sentiva protetto dalla Polizia inglese mentre i banchieri assistevano dalle finestre.
il giorno 1 aprile 2009, intorno alle ore 19.20. Sono a un incrocio, in prossimità della Banca d’Inghilterra. Questa ripresa costituirà la base per le investigazioni sulla morte di questa persona. Iam Tomlinson si trovava a camminare in questa zona cercando di tornare a casa dopo il lavoro.
Dopo pochi minuti dalla ripresa di queste scene, Iam Tomlinson morì, sulla strada. Pochi minuti dopo la sua morte la Polizia dichiarò che la folla dei contestatori impedì ai soccorsi di intervenire. Queste sono le ultime immagini di Iam ancora in vita.
Abbiamo rallentato le immagini per mostrare come sollevi serie domande sulla condotta della polizia. Iam Tomlinson dava le spalle alla Polizia e ai cani, e stava cercando di allontanarsi. Ha le mani in tasca. Qui l’agente in tenuta antisommossa colpisce le gambe di Iam con un manganello. Quindi spinge Iam da dietro. Tomlinson è scaraventato a terra e colpisce il pavimento. Per circa dieci secondi, Tomlinson sembra parlare con gli agenti. Non lo aiutano. Testimoni affermano di averlo visto incespicare intontito prima di collassare.”

[Fonte: BeppeGrillo.it]

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *