Fondazione Caponnetto: Firenze a rischio mafia

image_pdfimage_print

Dopo l’apertura dell’inchiesta sui presunti appalti truccati a Campi, cresce l’attenzione verso i fenomeni di infiltrazione mafiosa in Toscana. Secondo la Fondazione Caponnetto è la n’drangheta calabrese l’organizzazione più capillarmente inserita nel territorio. “Alcune regioni del centronord del nostro Paese – spiega Maria Grazia Laganà, vedova del politico calabrese Francesco Fortugno, ucciso a Locri nell’ottobre del 2005 – vengono considerate oasi felici ed è qui che bisogna stare particolarmente attenti perché la mafia, dove non immagina di aver controlli, ha interessi economici molto forti, e quindi ha possibilità di portare a compimento infiltrazioni”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *