Firenze. Imminente lo sgombero dei somali: in 70 andranno alla Madonnina del Grappa

image_pdfimage_print

[Fonte: Novaradio]

Sarebbe imminente lo sgombero dei richiedenti asilo somali finora alloggiati nella struttura Fosso Macinante a Firenze, dopo che a dicembre rimasero senza tetto a causa dell’incendio che distrusse la ex scuola occupata Caterina dei Medici di viale Guidoni. L’ordinanza di sgombero è già stata firmata dal sindaco Renzi – tra le motivazioni la pericolosità dovuta al sovraffollamento, e la carenza dei minimi requisiti igienico-sanitari – e la data sarà decisa di concerto con le forze dell’ordine, ma avverrà a breve termine.

A darne conferma – a seguito delle anticipazioni pubblicate oggi sull’Unità – è ai nostri microfoni l’assessore comunale alle politiche sociali Stefania Saccardi, che precisa però che si tratterà di uno sgombero solo parziale: “Dei 142 somali che alloggiavano in viale Guidoni, 70 rimarranno al Fosso Macinante, che sarà però messo in sicurezza, anche per gli quanto riguarda gli aspetti sanitari. Gli altri 70 verranno indirizzati verso la struttura della Madonnina del Grappa, in via di Caciolle, attrezzata opportunamente a spese del Comune”.

“Anche questa sarà in ogni caso una soluzione comunque temporanea per circa due mesi- aggiunge la Saccardi – in attesa che arrivi a termine il progetto Paci per la realizzazione con fondi statali di un Centro per rifugiati politici, dove i richiedenti asilo potranno seguire corsi di formazione e di inserimento lavorativo e sociale”. Centro annunciato mesi fa, di cui però ancora non si sa quasi nulla, a partire dalla futura sede: “Abbiamo pubblicato il bando per reperire la struttura adatta – assicura l’assessore – abbiamo ancora due mesi di tempo,  siamo fiduciosi che rispetteremo i tempi”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *