Firenze Antifascista contro l'iniziativa di Forza Nuova

image_pdfimage_print
la propaganda razzista di FN

Venerdì 30 è in programma una iniziativa di Forza Nuova (dibattito sulla moschea) all’Hotel Mirage di via Baracca.
Tutti abbiamo presente chi è Forza Nuova: una formazione apertamente ed esplicitamente fascista, che fa della xenofobia e del razzismo i suoi nuovi tratti distintivi, oltre al richiamo a simboli e ideologie del ventennio.
Finora i suoi  tentativi di metter piede a Firenze sono tutti falliti, per le pronte mobilitazioni che si sono avute in città: sedi chiuse in fretta e furia, iniziative poi annullate o spostate in luoghi inaccessibili e comunque fuori Firenze.
Questa volta al “dibattito” sono stati invitati oltre ad Achille Totaro e Mario Razzanelli, sia Izzedine Elzir, imam di Firenze e rappresentante UCCOI sia Eugenio Giani, consigliere regionale PD, presidente del consiglio comunale, insomma una figura istituzionale di primo piano.
Così chiaramente si rischia di dare una legittimità che FN non ha e non può avere, e si rende anche molto più difficile ogni azione di contrasto.
Intanto la prima cosa da fare è sottoporre l’Hotel Mirage a un mail bombing di persone indignate: una cattiva pubblicità è sempre un’arma potente.
Qui sotto un possibile testo (a cui aderire con una mail all’indirizzo di Firenze Antifascista) che va copiato e mandato all’indirizzo mail dell’hotel. Naturalmente qualsiasi testo va bene, ma facciamoci sentire!

Scriviamo all’hotel HOTEL MIRAGE – VIA BARACCA 231, FIRENZE per protestare contro la concessione della sala per una iniziativa di Forza Nuova:
info@goldentulipmirageflorence.com

Appello di Firenze Antifascista contro l’iniziativa di Forza Nuova

Per aderire all’appello scrivere una mail all’indirizzo: firenzeantifascista@yahoo.it

L’iniziativa programmata dall’organizzazione neofascista Forza Nuova per venerdi 30 settembre all’Hotel Golden Tulip Mirage Florence di via Baracca è una provocazione contro la città di Firenze, medaglia d’oro della resistenza e da sempre antifascista.
Con la scusa di un dibattito sulla costruzione di una moschea si cerca di sdoganare una forza politica di matrice fascista e di inseririla nel dibattito politico cittadino.

Siamo indignati che il vostro Hotel conceda una sala ad una forza politica dell’estrema destra come Forza Nuova e vi chiediamo pertanto di negare la sala per un dibattito del genere.

Non vogliamo che la nostra città diventi una passerella di provocatori che si rifanno all’ideologia fascista e nazista di prevaricazione, aggressione e razzismo. Firenze antifascista si mobilita – come lo fa sempre – contro questa ennesima provocazione fascista e fa appello all’Anpi, a tutte le forze democratiche, antifasciste, alle rappresentanze istituzionali perché si impegnino anche loro per far rispettare la Costituzione e l’antifascismo nato dalla Resistenza, ricordando che nel nostro Paese l’apologia di fascismo è reato, anche nella variante moderna.

Firenze Antifascista

0 Comments

  1. Riccardo Nendi

    Non voglio sembrare una voce fuori dal coro, Antifascista lo sono pure io, ma mi sembra che questa sia un’iniziativa al quanto stupida e controproducente per la causa Antifascista.
    Quì non si tratta di negare una manifestazione apertamente razzista o neofascista, ma un confronto tra una parte politica (questa sì xenofoba) e una parte totalmente opposta ad essa.
    Se si lasciasse partecipare Forza Nuova al dibattito, oltre ad essere più democratico il tutto; i ducetti di FN farebbero anche una colossale figura di merda, perchè le loro idee sono semplicemente obsolete e retrograde.
    Insomma, sarebbe stata la miglior propaganda per far capire quanto fossero di mentalità chiusa ai fiorentini!
    ..in questo modo invece i ducetti di FN con un po’ di vittimismo potranno facilmente appellarsi al fatto che viene strumentalizzato l’antifascismo per reprimere le opinioni diverse da esso, e solo grazie a questo raccoglieranno la solidarietà di qualcun altro..
    Non era, dunque, meglio lasciarli a confrontarsi con chi poteva dargli pan per focaccia? : /

    Reply
    1. red

      Per prima cosa va precisato che Forza nuova non era ospite di questo dibattito – oggi annullato – ma lo organizzavo e promuoveva, ed è FN che ha fatto gli inviti anche all’Imam e al Pd, rappresentato da Giani (inviti declinati). Lo scopo di questa iniziativa, secondo noi, era appunto quello di accreditarsi come forza democratica aperta al confronto. Peccato che questa ripulitura sia smentita da tutti i loro “contenuti” e dal loro inequivocabile stampo fascista, che del resto loro stessi per primi rivendicano con orgoglio.
      Per quanto ci riguarda, ne abbiamo abbastanza dello “sdoganamento” delle peggiori ideologie in nome del “rispetto” delle idee altrui… Chi definisce “invasori” gli immigrati e parla di “Impero Europeo” non ha bisogno di rispetto, ma, casomai, di adeguate cure.

      Reply
  2. Matteo

    Un po’ capisco la posizione di Riccardo, non è facile comporre una strategia contro l’estremismo di destra, si rischia sempre di ottenere un effetto non voluto. Ma quello che dovremmo ricordarci è che noi – e anche una destra più affabile, va detto con onestà – dialoghiamo perché ci crediamo, l’estrema dx dialoga solo perché è debole, se fosse forte a sufficienza imporrebbe le sue credenze a tutti, quindi la priorità per me è non dare loro alcun tipo di sponda o di possibilità di visibilità. Questa priorità mi induce a pensare che li si debba ghettizzare incondizionatamente, ma sono aperto ad altre opinioni sulla strategia.

    Reply
  3. Gianni

    Congratulazioni a chi promuove queste iniziative… sono sicuro professa l’uguaglianza e la democrazie e poi ha paura di dare spazioa chila pensa diversamente. una sola parola:ipocrita.

    Reply
  4. Simpatizzante FN

    Gli inviti fatti all’Imam e a Giani non sono stati “declinati” ma pienamente accolti; gli inviti declinati sono stati unicamente quelli rivolti all’attuale sindaco Renzi e all’ex sindaco di Firenze.
    Forza Nuova è aperta al confronto politico e la vera antidemocraticità appartiene a voi, che non permettete che questo dibattito politico avvenga, solo perchè si discuteranno anche idee e opinioni diverse dalle vostre.
    Voltaire si rivolterebbe nella tomba, alla faccia della democrazia che sostenete (a parole) di volere!
    …poi non vergognatevi se in Italia riversa una condizione politica pietosa, siete voi i veri reazionari che ripetete come slogan ogni flatulenza del politicamente corretto partorita dalle TV e dai grandi media!

    Reply
    1. red

      A noi risulta diversamente, come si può evincere dalla dichiarazione dello stesso Giani:
      “Tenuto conto degli articoli comparsi stamani mattina sulla stampa riguardo alla mia presenza al dibattito sulla moschea a Firenze organizzato da Forza Nuova, con la presente vorrei comunicare che avevo già declinato l’invito a mezzo e-mail scrivendo al Signor Ilario Palmisani, Segretario Provinciale di Forza Nuova, in data 26 settembre.
      Cordiali saluti
      Eugenio Giani
      Presidente del Consiglio Comunale di Firenze”
      Quanto al vostro concetto di democrazia, è chiarito perfettamente dai pestaggi e dalle aggressioni di cui i vostri militanti si rendono protagonisti, nonché dai vostri numi tutelari, tra i quali non ci risulta essere Voltaire.

      Reply
  5. Giulia B.

    Dimenticate la democrazia. Io sono antifascista quanto anticomunista. Nonno da parte di padre partigiano e mamma ucraina. Solo che attualmente mi spaventa di più il potere censorio della sinistra radicale rispetto all’apertura al dialogo (magari simbolo di un cambiamento) della destra radicale. Se un giorno non la penserò come “Firenze Antifascista” toccherà anche a me il silenzio forzato?o si passa ai fucili?Questi metodi mi spaventano.

    Reply
  6. ce

    In Italia la libertà d’espressione era negata sotto il fascismo, grazie alla Resistenza antifascista siamo riusciti a sconfiggerlo, è stata scritta la Costituzione (dove è ancora reato l’apologia di fascismo, evitiamo di dimenticarlo sempre) ed è nata la democrazia (lasciamo perdere la degenerazione successiva).
    Di conseguenza, quei soggetti che limitavano la libertà altrui non hanno diritto di godere di ciò che è stato conquistato grazie alla loro sconfitta. Negare spazi di espressione e agibilità politica al (neo)fascismo è il presupposto per l’esercizio della libertà di parola.

    Reply
  7. simpatizzante FN

    @Red: nel discorso di Eugenio Giani non ci sono errori o falsità, ma solo omissioni, che distorcono gli eventi. Giani diede inizialmente la propria adesione all’evento, poi, il 26 ha declinato a causa di impegni istituzionali in data 30 settembre, ma è tutt’ora in contatto con Palmisani, che ha difatti posticipato l’evento al 7 ottobre in luogo da definirsi, e la presenza di Giani è stata riconfermata, a meno che non si smentisca ancora!

    “Quanto al vostro concetto di democrazia, è chiarito perfettamente dai pestaggi e dalle aggressioni di cui i vostri militanti si rendono protagonisti”

    Potrei dire lo stesso degli esponenti delle sezioni giovanili di qualsiasi partito di sinistra, ma evidentemente le aggressioni perpetrate nei confronti dei “neofascisti di FN” non fanno trend, ma comunque, quale sarebbe stata la violenza in un dibattito del genere?

    @Ce: cosa centra il fascismo? FN è nata nel ’97, il fascismo è morto nel ’45. A conti fatti, con una semplice equazione, ossia: se durante il fascismo l’antifascismo è illecito, e in democrazia l’antidemocraticità lo è; cosa differisce la democrazia dal fascismo? A me pare che utilizzino lo stesso metodo di repressione e la stessa retorica.. ma vabbè, è come parlare coi muri..

    Reply

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *