Firenze, 23 novembre: i "maiali" si ribellano in difesa della sanità pubblica

image_pdfimage_print

30 alle ore 15, 30, presso il Dopolavoro Ferroviario – Firenze via Alamanni, vicino alla stazione SMN.

Le politiche di austerità imposte dalla cosiddetta Troika Europea (Banca Centrale Europea, Commissione Europea, Fondo Monetario Internazionale) stanno portando a dismettere ogni sistema pubblico di protezione sociale: scuola, trasporti, pensioni, ammortizzatori sociali, sanità.

In Italia, come negli altri paesi facenti parte dell’Unione Europea, in particolar modo in quelli spregiativamente definiti dai burocrati di Bruxelles come “paesi maiali” (PIIGS- Portogallo, Italia, Irlanda, Grecia e Spagna), i costi della sanità sono nel mirino dei provvedimenti di tutti i governi, e si sta programmando di portare la spesa sanitaria dal 7% del PIL (fra l’altro una delle più basse in Europa) al 6% entro il 2017.

Nella Regione Toscana, per contenere la spesa pubblica, è in corso una riorganizzazione che sta incidendo pesantemente sui diritti dei lavoratori della sanità e sul diritto alla cura.

La riduzione dei posti letto, accompagnata dai ridimensionamenti dei piccoli ospedali, i tagli e gli accorpamenti di distretti, consultori, 118, i tagli dei servizi in appalto (pulizie, servizi del territorio), accompagnati dall’aumento dei ticket, stanno spingendo sempre più verso il ricorso all’assistenza sanitaria integrativa e privata per chi se lo può permettere o a rinunciare alla cura: in Italia 9 milioni di italiani stanno rinunciando a curarsi.

Molte sono le situazioni in cui lavoratori, cittadini, comitati si stanno organizzando contro lo smantellamento del servizio sanitario pubblico.

Per coordinare le iniziative a difesa della salute, per un servizio sanitario pubblico e universalistico è convocata una

ASSEMBLEA REGIONALE PER IL DIRITTO ALLA SALUTE

Presso il Dopolavoro ferrovieri di Firenze via Alamanni, vicino alla stazione SMN

Sabato 23 novembre dalle ore 9,30 alle ore 15,30

Coordinamento Toscano per il diritto alla salute

Promotori: CUB sanità, USI sanità Careggi(FI), COBAS sanità, USB Toscana, USI sanità Siena, Ross@ Toscana, coordinamento difesa 194, A.Di.N.A. FIRENZE, Comitato Salute Pubblica (per l’autorganizzazione popolare) Massa, Comitato per la difesa della salute pubblica’ di Seravezza (LU).

Durante l’assemblea sarà diffuso il documento costitutivo del Coordinamento Toscano per il diritto alla salute e saranno raccolte le adesioni di tutte le realtà intenzionate a partecipare attivamente alle sue attività.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *