Etichette trasparenti

image_pdfimage_print

Tempo fa Coop Italia aveva deciso di togliere dai suoi prodotti, per un restyling del proprio marchio, l’indicazione del produttore garantendo in prima persona il rispetto degli standard sociali adottati, grazie alla certificazione SA8000.
La nuova etichetta non permetteva ai consumatori di conoscere il nome del produttore e quindi di poter esercitare il diritto di scelta verso quelle merci compatibili con i propri principi etici. Di qui la decisione del Centro Nuovo Modello di Sviluppo, aderente a Rete Lilliput, di lanciare una campagna di protesta contro questa etichetta “non trasparente”. Nel giro di due settimane il numero delle adesioni è stato così alto (più di 4000 email!), che il consiglio di amministrazione di Coop Italia ha deciso di accogliere le critiche che erano state mosse e di reintrodurre, nei tempi tecnici compatibili con la sostituzione delle etichette, il nome del produttore. “Prendiamo atto di questa decisione, che rappresenta per noi un momento importante nel percorso del consumo critico italiano” ha commentato Francuccio Gesualdi, animatore di “SpronaCoop”.
SpronaCoop: http://italy.peacelink.org/spronacoop/

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *