Emergenza freddo, Saverio Tommasi: "Trasformiamo i teatri in dormitori"

image_pdfimage_print

Riceviamo e pubblichiamo

Appello dell’attore Saverio Tommasi ai direttori artistici dei teatri fiorentini: apriamo le nostre sale e trasformiamole in dormitori momentanei contro l’emergenza freddo.

Aprite i teatri, liberate la generosità: ospitate un clochard alla Pergola, al teatro di Rifredi, al Puccini e in ogni teatro fiorentino

“Cabina Teatrale di Saverio Tommasi” dà il buon esempio

“Cabina Teatrale di Saverio Tommasi” è un teatro minuscolo, uno spazio di ritrovo e socializzazione, da domani anche dormitorio per una o due persone.
Saverio Tommasi, attore e autore, proprietario di “Cabina Teatrale”, spiega: “Il teatro è vita se nella vita ci entra a cuore aperto, se si nutre di denuncia e impegno, se stupisce; altrimenti è fiction. E dunque rivolgo”, continua Saverio Tommasi, “un appello a tutti i teatri di Firenze e provincia perché colgano la portata sociale di aprire le proprie porte a clochard, barboni, senza dimora, immigrati e italiani travolti dalla crisi, dedicando almeno qualche stanza dei loro stabili teatrali a un pubblico non pagante ma altrettanto importante: quello che muore di freddo”.

“Cabina Teatrale”, spiega il suo direttore artistico Saverio Tommasi, “farà esattamente così: darà una delle sue due stanze a qualsiasi bisognoso infreddolito. Da una parte stiamo attivandoci, dall’altra siamo disponibili a segnalazioni”.
Saverio Tommasi conclude: “Non possiamo girarci dall’altra parte, a noi cosiddetti “operatori della cultura” è chiesto di essere promotori di novità e gentilezza. Del resto è il nostro lavoro: come possiamo pensare che qualcuno abbia altrimenti voglia di godersi uno spettacolo teatrale mentre a duecento metri da quelle stesse stanze dove qualcuno dovrebbe ridere, sorridere e ascoltare, qualcun altro muore di freddo?”

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *