19 dicembre 2018

Edilizia, si riapre il caso Montespertoli. Quattrocchi scrive a Rossi: fermate quei cantieri

image_pdfimage_print

di S. Innocenti e V. Marotta, dal Corriere Fiorentino

Quattrocchi ha scritto una lettera a Rossi perché intervenga sui provvedimenti con cui il Comune di Montespertoli ha permesso la ripresa dei lavori per 29 cantieri considerati irregolari. La Regione verso la linea dura. Il sindaco Mangani: «Stupito».

«Opere di diffusa illegittimità». Così il Comune di Montespertoli aveva battezzato i cantieri finiti nel mirino della Procura per presunti abusi edilizi. Ma poi, nel dicembre scorso, aveva dato il via libera alla ripresa dei lavori per 29 di essi.

Ieri è intervenuto il procuratore capo Giuseppe Quattrocchi e con la consueta pacatezza ha spiegato: «Ho scritto una lettera al governatore Enrico Rossi segnalando che è stato dato il via libera a costruzioni che negli stessi provvedimenti del Comune di Montespertoli sono definite ‘‘opere di diffusa illegittimità’’. D’altra parte, è in suo potere intervenire sui provvedimenti delle amministrazioni comunali, in materia edilizia». È infatti l’articolo 39 del Dpr 380/2001 a conferire tale autorità al presidente della Regione.

Come si è arrivati a questo? Nelle scorse settimane i carabinieri della Stazione di Montespertoli — coordinati dai pm Giuseppina Mione e Leopoldo De Gregorio— hanno scritto una lunga informativa per riportare proprio quanto stava accadendo al Comune: hanno allegato diversi provvedimenti adottati dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giulio Mangani, estraneo all’inchiesta, per dire che solo lo Stato può decidere un condono. Segno evidente che l’inchiesta continua: proprio in questi giorni, ad esempio, gli investigatori stanno lavorando sul cosiddetto «piano per la gestione del territorio aperto»: in pratica una sorta di regolamento che si usa per i cantieri costruiti fuori dal centro. Gli inquirenti sospettano che sia stato contraffatto, così come a suo tempo lo era il piano regolatore. L’inchiesta deflagrò la mattina del 2marzo 2009, quando i carabinieri e i vigili urbani sequestrarono 42 cantieri per la ristrutturazione di fabbricati rurali ed ex fienili e la loro trasformazione in abitazioni o in residenze turistico alberghiere. Nel registro degli indagati furono iscritte inizialmente sei persone, ma poi l’inchiesta si estese e il numero lievitò a venti, coinvolgendo politici, professionisti e tecnici del Comune: l’ex sindaco Pd Antonella Chiavacci e la sua giunta, ma anche l’architetto Marco Calonaci, ex dirigente dell’ufficio assetto del territorio e il funzionario dello stesso ufficio Marco Simoncini, Luciano Bogani, dipendente del catasto di Firenze, l’architetto Marco Bellucci di Montespertoli, il geometra Massimo Maccari di Certaldo e l’ingegnere Giuliano Giubbolini, dirigente del Comune di Castelfiorentino, ma in passato funzionario anche a Montespertoli. Per tutti, a vario titolo, le accuse sono: associazione a delinquere, concussione, corruzione, abuso d’ufficio falso materiale e ideologico. Per i pmbastava pagare tangenti per ottenere i permessi di costruire, condoni e alterazioni di documenti catastali. Dal 14 aprile 2007, giorno dell’entrata in vigore della legge regionale, a Montespertoli non si sarebbe potuto rilasciare alcun permesso a costruire per ristrutturazioni edilizie e cambi di destinazione. In realtà, da quel giorno sono stati autorizzati 109 progetti e sono partiti quarantadue cantieri. I sequestri degli edifici in costruzione vengono confermati e, in alcuni casi, non ratificati dal gip Paola Palasciano. La storia si ripete davanti al Tribunale del Riesame. La svolta, nel dicembre scorso, quando il sindaco di Montespertoli, Giulio Mangani, annuncia che è stata stabilita la demolizione di 12 costruzioni, l’annullamento delle concessioni edilizie per 15 opere, mentre è stato dato il via libera a 29 cantieri, ma solo previo pagamento di sanzioni o parziali demolizioni. Ora, l’ultima parola spetta a Rossi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *