Ecco come le imprese fanno il bene del territorio. A Siena evasione per un miliardo e 226 milioni

image_pdfimage_print

Il legale rappresentante della societa’ Chiron Blood Testing e’ stato denunciato per omessa dichiarazione di 1, 226 miliardi di euro e il mancato pagamento di 416 milioni. Secondo le indagini della guardia di finanza di Siena, competente perche’ qui e’ stato registrato l’atto di cessione, la societa’ Chiron Blood Testing, con sede a Bermuda, ha omesso di dichiarare nell’esercizio di imposta 2006 la plusvalenza per la cessione delle partecipazioni in Chiron Vaccines Holding alla societa’ svizzera Novartis Pharma.

Il passaggio delle quote azionarie e’ avvenuto attraverso due societa’ estere interposte, con sede a Madeira e nel Delaware (Usa). Secondo le analisi condotte, la plusvalenza da ”capital gain” di 1.226.165.000 euro maturata attraverso la cessione, pur essendo formalmente incamerata dalle societa’ interposte, e’ in effetti da imputare a Chiron Blood Testing. Le regole ordinarie sulla tassazione dei non residenti stabiliscono che la plusvalenza costituisce per il soggetto non residente un reddito prodotto in Italia, visto che nella provincia di Siena si erano creati i presupposti economici che hanno portato all’aumento di valore della partecipazione, rendendo il ”capital gain” imponibile in Italia. Alla luce di questo la societa’ di Bermuda, che ha omesso di presentare in Italia la dichiarazione dei redditi prodotti nel nostro paese, e’ stata considerata evasore totale.

Fonte Ansa

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *