E' giunta la Giunta

image_pdfimage_print

Voce fuori campo: Nonostante il caro ombrelloni siamo rientrati dal mare in condizioni piuttosto spensierate. In tasca restano pochi centesimi, da dilapidare al bar, dove la gente mormora della nuova giunta comunale: si parla del sindaco Domenici, del superassessore Cioni, dell’atletico Giani, dell’esuberante Biagi…
Si alza il sipario: al bar.
Ma non c’erano state le elezioni? Non era cambiata la giunta? Hum, gli hanno mollato le patate bollenti: tranvia traffico sosta viabilità infrastrutture e grandi opere. Macché…gli hanno dato tutto il resto: Sanità pubblica, Sicurezza sociale, Sicurezza e Vivibilità urbana, Polizia Municipale, Città sicura, Interventi per la manutenzione del suolo pubblico e Problemi della quotidianità. Sembra che ci sia ancora, ma da Palazzo Vecchio l’hanno “traslocata” a Palazzo Medici Riccardi. Quattro: Lastri, Albini, De Siervo e Bevilacqua. Partecipazione, rapporti coi quartieri, stili di vita e consumo critico. Tutta roba no global, di cui Domenici non s’intende. Può darsi, oppure il ballottaggio è servito a qualcosa, perché effettivamente questa in Comune non s’era mai sentita. No, la partecipazione.
Mah! Vallo a dire ai cittadini del Quartiere 5. Beh, c’era una biblioteca autogestita, il Badaquà, in uno spazio occupato, e l’hanno sgomberata. No, era uno spazio sociale. Guarda che la Costituzione all’articolo 42 limita la proprietà privata dove prevale l’interesse collettivo. Come le case abbattute per la tranvia o le antenne sui tetti imposte per i telefonini. Che storia? Domenici dice che si tratta di scelte della vecchia giunta. Tutte le legislature soffrono dei danni fatti da quelle che le hanno precedute: “i figli pagano gli errori dei padri” Non esageriamo, e comunque con Del Lungo all’ambiente non succederà più. Villa Fabbricotti è stato un errore “ambientato” nella giunta precedente. Sì, però adesso sono cambiati!
Cala il sipario, voce fuori campo: Allora, se sono cambiati noi gli diamo il nostro benvenuto, gli auguriamo un buon lavoro, e a noi tutti auguriamo che davvero un’altra giunta sia giunta.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *