E basta con questi poveri! La nuova strategia fiorentina: confiscare l'elemosina

image_pdfimage_print

Dieci euro e ventuno centesimi: questa è l’ingente somma confiscata dalla Polizia Municipale di Firenze ad una donna rom, alla donna è stata elevata una contravvenzione di 160 euro, ed è stata trattenuta per diverso tempo nella sede del Reparto antidegrado di via dell’Olmatello, da cui è potuta uscire solo a tarda sera, senza un soldo in tasca.
Questa procedura si è ripetuta nei giorni scorsi ai danni di molti altri rom, prelevati in centro dall’auto della pattuglia antidegrado, composta da vigili in borghese che fanno così rispettare il cosidetto regolamento Cioni, a suo tempo applaudito dal sindaco Alemanno come “un atto di coraggio”. E in effetti, ci voleva coraggio a vietare di
chiedere l’elemosina “in modo fastidioso”, ovvero ad esempio presso gli ospedali, o avvicinandosi ai veicoli, o depositando oggetti per terra (un piattino, un cappello?). Il sindaco Renzi è stato altrettanto ardito rincarando la dose con un’ordinanza ad hoc che vieta fra l’altro di mendicare nei parcheggi degli ospedali.
Ma il vero atto di coraggio lo stanno compiendo in questi giorni i vigili, che con raro sprezzo del ridicolo confiscano i “proventi dell’attività illecita” e così combattono il degrado cittadino.
Non è certo da dimostrare, perché evidente, che il denaro trovato in tasca ad un rom deriva da un’attività illecita… e per di più pericolosa e minacciosa per la sicurezza sociale come tendere la mano e millantare stati di bisogno, cercando di far leva su quel briciolo di compassione che ancora, superfluo, resiste nelle coscienze. Tutto ciò è davvero criminale e subdolo da parte di questi poveri che ancora insistono a farsi vedere al nostro cospetto.
Auspichiamo da parte delle autorità una strategia più risolutiva e meno tollerante, perché, alla fine, dove sta scritto che tutti, ma proprio tutti, hanno diritto a campare? Non è tempo di superare questi principi ammuffiti e liberarsi una volta per tutte di certe fastidiose presenze?

C.S.

0 Comments

  1. Francesca

    Dovevano cominciare molto prima. Basta piuttosto con questo guardare ai Rom come a dei poveracci innocenti, ignorando i molti illeciti che compiono (furti, rapimenti di bambini, rapine e borseggiamenti, e non sto inventando nulla) e l’enorme fastidio che arrecano entrando dappertutto e insistendo insopportabilmente.
    Quante volte nella mia vita ho visto scendere da auto di lusso donne e SOPRATTUTTO BAMBINI vestiti da poveracci e sfruttati all’inverosimile. Auto guidate da uomini vestiti molto bene e con anelli d’oro alle dita…
    Lavorare no, eh? E’ pieno di extracomunitari che vengono in Italia e si mettono a lavorare, costruendosi dal nulla.
    Scelgono loro di vivere così, importunando la gente. Quindi tolleranza zero.

    Reply
    1. red

      Francesca, come puoi fare queste affermazioni non supportate da alcun fatto? Informati presso le questure e scoprirai ad esempio che non rapiscono i bambini – MAI nessuno è stato condannato per questo reato – e che la maggioranza di loro è poverissima. Vai a vedere come vivono nei campi e poi raccontaci dei tesori nascosti… Ma probabilmente a te non interessa conoscere la realtà, è più comodo credere al lupo cattivo.

      Reply
  2. Maurizio Sarcoli

    Mi sembra interessante che il sindaco più popolare d’Italia faccia il Berlusconi di centrosinistra applicando il massimo rigore a chi non può difendersi, mi piacerebbe facesse una campagna sui farabutti che stanno distruggendo la città (con i cantieri, con la speculazione edilizia, con le feste ad ogni giorno e ora), ma questo credo sia più difficile accada dato che lui è alla guida degli schiacciasassi (o si dichiara temporaneamente contrario alla spartizione della torta finché non gliene fanno assaggiare un po’).
    Per far capire a chi ancora non si è levato i paraocchi: Firenze nell’idea di questo sindaco è una Disneyland per turisti ricchi, tutti gli altri esseri umani in zona a partire dai più poveri o si adattano (diventano cioè dei privilegiati) o verranno accompagnati all’uscita.
    Guarda la luna Francesca, che il dito lo hai guardato anche troppo, ciao, Maurizio

    Reply
  3. Alessandro

    Forse Francesca voleva dire “visto l’enorme fastidio che arrecando entrando dapperutto (dove?) ed esistendo insopportabilmente”, visto che mi pare che sia la stessa esistenza dei rom che le risulti insopportabile…

    Reply

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *