Due miliardi di persone senza acqua, nel 2050

image_pdfimage_print

“Nel 2050 due miliardi di persone resteranno senza acqua e due terzi della popolazione mondiale si trovera’ ad affrontare una situazione di forte scarsità”. Sono queste le previsioni della Fao, che il responsabile del settore per la gestione delle risorse idriche e presidente di turno dell’organismo Onu ‘Un Water’ Pasquale Steduto ha illustrato questa mattina nell’ambito di un incontro tematico organizzato dall’Accademia dei Georgofili, a Firenze.

“Fino al 2030 – ha spiegato Steduto – la crescita della domanda viaggerà a ritmi doppi rispetto al tasso di crescita della popolazione. Se ne deduce che uno dei principali problemi con cui dovremo fare i conti sarà l’amministrazione responsabile, efficiente ed equa delle risorse idriche a disposizione”. Per Steduto, comunque, esistono “già oggi le capacità per far fronte a questa scarsità: tecniche più produttive in agricoltura, che incide per circa il 70% sull’intera quantità prelevata da falde acquifere, riciclaggio, de-salinizzazione delle acque salmastre, riduzione degli sprechi e dei consumi di lusso”. [Fonte Ansa]

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *