Don Santoro: “Via l’insegnamento della sola religione cattolica”

image_pdfimage_print

Il sacerdote commenta le parole del ministro Profumo sulla necessità di rivedere i programmi in ottica multiculturale: “Non si può rimanere ostaggi del Concordato. Bisogna insegnare la storia delle religioni in genere”

da Redattore Sociale

FIRENZE – “Non si può rimanere ostaggi del Concordato, che dà il privilegio d’insegnamento della religione cattolica nelle scuole. E’ giusto, come dice il ministro Profumo, cambiare i programmi, ma sarebbe altrettanto giusto insegnare non soltanto la religione cattolica, ma la storia delle religioni in genere”. Sono le parole di don Alessandro Santoro, parroco delle Piagge (Firenze) in merito alle dichiarazioni del ministro Profumo sulla revisione dei programmi nell’ora di religione a causa delle scuole sempre più multiculturali.
Secondo don Santoro, sarebbe opportuno inserire, al posto dell’ora di religione, “uno studio non confessionale e non identitario” che permetta di “educare al senso religioso della vita”. “Mi fa piacere – ha detto Santoro – che si sia buttato il sasso in uno stagno fermo da un po’ di tempo. Il problema non sta tanto nel cambiare i programmi dell’ora di religione, quanto cambiare l’insegnamento della religione. Bisogna avere il coraggio di mettere in discussione il Concordato”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *