10 dicembre 2018

Dentro il genocidio – il film

image_pdfimage_print

In Rwanda non c’è il petrolio, non c’è stato insomma un valido motivo per intervenire, per interrompere un genocidio nel quale sono morte oltre un milione di persone in poco più di tre mesi di totale, completa follia. Il conflitto tra le due etnie hutu e tutsi è stato creato dai colonizzatori belgi che avevano favorito l’etnia minoritaria tutsi concedendo loro privilegi economici e sociali. Paradossale è che gli stessi massacratori ruandesi per avere la certezza dell’appartenenza dovevano controllare i passaporti delle persone. Nel 1994 questo piccolo stato dell’Africa meridionale è stato abbandonato in modo cinico e crudele dal mondo intero che ha chiuso gli occhi di fronte a un massacro disumano.
Il film racconta la vera storia di Paul Rusesabagina, direttore hutu di uno degli alberghi più lussuosi di Kigali, che è riuscito a salvare oltre 1.200 persone di etnia tutsi, rifiutando di scappare e rischiando così la sua stessa vita.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *