24 settembre 2018

Crisi: 90 sfratti al mese con la Polizia. A Firenze aumenta la disperazione

image_pdfimage_print

ogni mese si verificano circa 90 sfratti con l’intervento della forza pubblica”. Lo afferma Simone Porzio, segretario regionale del sindacato unitario nazionale inquilini (Sunia). Secondo i dati del sindacato, in Toscana ci sono 13.876 sfratti (4.264 a Firenze) in attesa di esecuzione con l’intervento delle forze dell’ordine e di questi il 34% riguarda persone anziane. Secondo quanto denunciato dal sindacato, sono molti gli anziani titolari di pensione minima che una volta sfrattati vengono esclusi dalle graduatorie per l’assegnazione delle case popolari o devono affrontare lunghi tempi di attesa.

“Le procedure che portano all’assegnazione di un alloggio pubblico nel Comune di Firenze e non solo sono totalmente da rivedere – afferma Porzio -, perche’ il rischio concreto e’ che negli alloggi popolari o nelle strutture assistite entrino coloro che sono i cosiddetti ‘professionisti dell’accatto’, che pur essendo meno bisognosi di altri fanno di tutto per ottenere uno sfratto per morosita’, in modo da avere prima l’alloggio pubblico”. Tra i casi resi noti dal sindacato, quello di un uomo di 89 anni, titolare di una pensione di 500 euro mensili, sfrattato nel 2010, escluso dalle graduatorie per l’assegnazione dell’alloggio: ” una volta sfrattato – spiega il Sunia in una nota – il Comune lo ha ricoverato in una casa di riposo e per questo soggiorno gli viene chiesto un contributo di 420 euro mensili”

Fonte Ansa

0 Comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *