Cottura dei pendolari: la Regione Toscana cambi ricetta

image_pdfimage_print

assessore ai Trasporti della Regione Toscana

Gentile Assessore,
quale portavoce del Comitato Pendolari Valdarno Direttissima sono a chiederle di intervenire con urgenza, Vincenzo Ceccarelli, responsabile degli ispettori[/caption]

Infine sarebbe meglio far controllare treni già in viaggio da almeno 5 minuti e non ancora in partenza o fermi in stazione, quando i condizionatori sono magari attivati ma non è verificabile l’effettivo funzionamento. Infine saremmo interessati a conoscere i risultati dei controlli complessivi dell’estate scorsa, promessi ma non resi pubblici dal suo precedessore, così  da constatare la percentuale di funzionamento finale (scorporati per linea e fascia oraria) e la conseguente penalità applicata a Trenitalia.

Se poi Assessore volesse effettuare di persona un controllo sui nostri treni, così da verificare direttamente le condizioni di viaggio dei pendolari, sarebbe il benvenuto!

Le ricordo infine che sarà necessario rivedere il sistema sanzionatorio sull’aria condizionata, largamente insufficiente, così tutto l’insieme delle sanzioni, nell’ottica del nuovo futuro contratto di servizio, e su questo troverà la piena collaborazione dei comitati pendolari
Ringraziandola anticipatamente per la sua cortese attenzione, le porgo distinti saluti.

Maurizio Da Re, portavoce del Comitato Pendolari Valdarno Direttissima

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *