Costoli, per San Salvi chi può le acque sono torbide

image_pdfimage_print

Riceviamo dal Comitato “ nonostante le numerose inchieste della magistratura e la diffusa indignazione dei cittadini, si continui ad operare con grande disinvoltura nella gestione degli affari pubblici.

Ci riferiamo in particolare al project financing della piscina Costoli a Campo di Marte che, come sappiamo, è stato aggiudicato nel 2005 alla società Spt Holding s.p.a. e per il quale Palazzo Vecchio ha pronto lo schema di contratto che renderà esecutiva l’intera operazione, pur in un periodo preelettorale in cui dovrebbe essere vigente la sola amministrazione ordinaria.

La progettazione della piscina coperta e degli spazi attrezzati per le attività preparatorie dello sport è stata affidata alla società Quadra, la cui attività già da qualche tempo è al centro dell’attenzione della Procura della Repubblica di Firenze.

L’intera vicenda, secondo noi,  si presenta come un intreccio in cui i protagonisti giocano ruoli tra di loro incompatibili presentandosi, a volte, sia nelle vesti dei controllori che dei controllati. Insomma un evidente conflitto di interessi che avrebbe dovuto suggerire all’amministrazione comunale di riconsiderare l’intera operazione.

Perché il conflitto di interessi? Basta scorrere l’elenco dei personaggi coinvolti:
1. la società Spt Holding viene costituita nel maggio 2002 su iniziativa della UISP di Firenze che ne detiene il controllo;
2. nel 2003 Alberto Formigli, ex capogruppo PD in consiglio comunale, diventa socio della Spt con il 5% delle quote, mentre il geometra Alberto Vinattieri, dipendente part time del comune, ne possiede il 2%;
3. lo stesso Formigli dal maggio 2003 al dicembre 2005 è presidente della Commissione Urbanistica del comune di Firenze e fino allo scorso dicembre è stato anche capogruppo PD in comune;
4. l’ANCI Toscana, che aderisce a quella nazionale presieduta dal sindaco Domenici, partecipa alla società con l’1,2% delle quote;
5. nel luglio 2005 la giunta Domenici dichiara di “pubblico interesse” la proposta avanzata dalla Spt Holding per la piscina Costoli;
6. nel consiglio direttivo della UISP siede Antongiulio Barbaro, attuale presidente della Commissione Urbanistica del Comune di Firenze, in passato Alberto Formigli è stato un dirigente dell’associazione, delegato al Piano Strategico di Firenze.
7. il progetto è della società QUADRA, fondata nel 2000 dall’ex capogruppo PD Formigli, dall’architetto Riccardo Bartoloni e dal dipendente part-time del Comune, geometra Alberto Vinattieri, che attualmente risultano tutti e tre indagati per corruzione nell’inchiesta sul complesso residenziale Dalmazia che si è estesa alle altre tantissime attività di progettazione di Quadra. Nel 2004 Formigli ha ceduto le quote della Quadra.

Lungi da noi il ritenere che le procedure amministrative possano essere state irregolari, ribadiamo che in questa vicenda sono troppe le sovrapposizion dei ruoli e degli interessi tra di loro complementari: soliti personaggi, soliti affari, una piscina dalle acque poco chiare.

Candidati del Comitato “San Salvi chi può” al Consiglio Comunale della Lista “PerUnaltracittà” di Ornella De Zordo
Antonio Fiorentino – Franca Gianoni – Alma Raffi – Giandomenico Savi – Martina Taiuti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *