23 settembre 2018

Contributi agli affitti…

image_pdfimage_print

…meno soldi per tutti. Potrebbe essere questo lo slogan di lancio della progressiva diminuzione del fondo nazionale per l’integrazione ai canoni di locazione. Nel 2002 il fabbisogno toscano, testimoniato dalle richieste di contributi, era di 34 milioni di euro. Dal governo ne arrivarono poco più di 20. Quest’anno ne sono arrivati 16,5. La Regione ha aggiunto 2 milioni di tasca propria, e i Comuni potranno fare altrettanto, ma rimaniamo ben lontani dal soddisfacimento delle domande. A chi andranno le risorse? Saranno i Comuni a preparare i bandi e assegnare i soldi alle famiglie, secondo alcuni criteri di priorità. La “fascia A”, che avrà la precedenza, è formata dalle famiglie con un reddito annuo imponibile inferiore a due pensioni minime INPS, rispetto al quale l’incidenza dell’affitto sia almeno del 14%. La “fascia B” è calcolata in base al sistema in uso per gli alloggi di edilizia residenziale pubblica, che privilegia, oltre al basso reddito, la presenza di anziani, portatori di handicap e bambini a carico.
Per informazioni sui bandi rivolgersi al Comune 055-3283762 asscasa@comune.fi.it

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *