Come si vota alle Comunali

image_pdfimage_print

La scheda è di colore azzurro.

La scheda riporta i nomi e i cognomi dei candidati alla carica di sindaco, scritti dentro un apposito rettangolo, al cui fianco sono riportati i contrassegni della lista o delle liste con cui il candidato è collegato.

L’elettore può votare per una delle liste tracciando un segno sul relativo contrassegno (il voto così espresso è attribuito anche al candidato sindaco collegato); per un candidato a sindaco tracciando un segno sul relativo rettangolo, non scegliendo alcuna lista collegata (il voto così espresso è attribuito solo al candidato alla carica di sindaco); per un candidato a sindaco, tracciando un segno sul relativo rettangolo, e per una delle liste collegate tracciando un segno sul relativo contrassegno (il voto così espresso è attribuito sia al candidato alla carica di sindaco sia alla lista collegata); per un candidato a sindaco, tracciando un segno sul relativo rettangolo, e per una lista non collegata tracciando un segno sul relativo contrassegno (il voto così espresso è attribuito sia al candidato alla carica di sindaco sia alla lista non collegata, è questo il caso del cosiddetto “voto disgiunto”).

L’elettore potrà anche manifestare un solo voto di preferenza per un candidato alla carica di consigliere comunale, segnando, sull’apposita riga stampata sulla destra di ogni contrassegno di lista, il nominativo (solo il cognome o, in caso di omonimia, il cognome e nome e, se occorre, data e luogo di nascita) del candidato preferito appartenente alla lista prescelta.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *