Ciao Gabriella, combattente per i diritti dei disabili

image_pdfimage_print

È  morta ieri a Firenze Gabriella Bertini, attivista fin dagli anni Cinquanta per i diritti delle persone disabili. Al tempo in Italia paraplegici e tetraplegici erano considerati senza speranza e per loro non si faceva nulla. Chi se lo poteva permettere “emigrava” verso cliniche inglesi dove invece erano molte le terapie e le attività riabilitative. 

Negli anni Settanta Gabriella contribuì alla nascita dei primi gruppi organizzati di paraplegici e nel 1979 iniziò uno sciopero della fame per ottenere che anche in Italia ci fossero centri attrezzati per le terapie. Ci vollero altri 8 anni e un’occupazione di 3 giorni del Palazzo della Regione, poi finalmente nel 1987 fu firmato l’accordo per la realizzazione dell’Unità Spinale presso il CTO. 

Recentemente Gabriella era impegnata per la creazione di una nuova struttura di supporto all’Unità Spinale. I suoi compagni dell’Associazione Toscana Paraplegici si impegnano a completare “Casa Gabriella” per continuare la sua battaglia e ricordare questa donna straordinaria. 

A Beppe, compagno di una vita, l’abbraccio di tutta la Comunità delle Piagge.

Nel video la storia di Gabriella Bertini.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *