Case popolari, arrivano i fondi

image_pdfimage_print

A partire dal 2008 la Regione Toscana sbloccherà 9 milioni e 635mila euro, provenienti dalle vendite del patrimonio effettuate negli ultimi anni e da risorse riprogrammate per interventi non partiti, per finanziare i programmi d’investimento previsti dal Lode (Livello Ottimale di Esercizio) fiorentino e già localizzati. Le risorse serviranno a realizzare nuovi alloggi o riqualificarne altri. È questo il risultato dell’accordo finalmente raggiunto tra l’assessore regionale alla casa Eugenio Baronti e quello comunale Paolo Coggiola che si sono incontrati per risolvere la questione aperta tra la Regione Toscana e il Comune di Firenze sulle modalità di gestione del patrimonio residenziale pubblico trasferito ai Comuni che fanno parte del Lode fiorentino gestito da Casa s.p.a..
L’accordo, raggiunto anche grazie alle pressioni dell’opposizione di sinistra alla giunta Domenici (Prc e Unaltracittà/Unaltromondo) prevede che il Comune proceda ad adeguarsi, a partire dal 2008 e dopo anni di intransigente rifiuto, al modello gestionale regionale. Subito dopo la Regione sbloccherà i fondi complessivamente disponibili. I lavori partiranno già nelle prossime settimane.
Per Eugenio Baronti, assessore regionale alla casa solo da pochi mesi dopo la gestione di Riccardo Conti, è un’importante successo “in un settore che ormai sta diventando una vera emergenza”. Per quanto riguarda la quota relativa ai residui di gestione per gli anni 2003/2007, una volta accertata l’effettiva entità, verranno anch’essi utilizzati nei programmi predisposti da Casa s.p.a. in relazione all’emergenza abitativa.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *