21 novembre 2018

Carceri, al via la legge anti sovraffollamento. Fuori in 540 in Toscana

image_pdfimage_print

Estratto da un articolo di Repubblica Firenze

Entra oggi in vigore la legge che consente la “esecuzione presso il domicilio delle pene detentive non superiori a 12 mesi”. E’ una legge utile a fronteggiare il sovraffollamento delle carceri. Si calcola che in provincia di Firenze, per effetto delle nuove norme, potrebbero uscire dal carcere per andare ai domiciliari 360 detenuti.

Secondo i dati del tribunale di sorveglianza, l’esodo dovrebbe riguardare 540 reclusi nelle carceri toscane. Potranno andare ai domiliari i detenuti condannati a meno di un anno di carcere o che devono scontare meno di un anno di pena residua. Sono esclusi i reati di mafia e terrorismo, omicidio, violenza sessuale, rapina aggravata.

La legge lascia ai tribunali di sorveglianza il compito di valutare se vi sia il pericolo che il condannato fugga o possa commettere altri delitti. “Non ci sono automatismi — assicura il presidente del tribunale di sorveglianza di Firenze Antonietta Fiorillo — ma per l’ennesima volta è stato scaricato sulla giurisdizione un problema strutturale”. Cioè quello del sovraffollamento delle carceri. Sarebbe come — dice qualcuno degli inquirenti — si decidesse di risolvere le difficoltà degli ospedali mandando via i malati.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *